Sabato, 18 Settembre 2021

Aeroporto, il nodo logistico Dhl si ingrandisce: "Fino a 17mila pacchi l'ora" | VIDEO

Nel complesso costruito in via della Salute con accesso diretto alla pista, arrivano tutti i mercoledì, direttamente dalla Germania, le dosi di vaccino da somministrare agli emiliano-romagnoli

Rampe e nastri trasportatori, decine di 'bocche' che sputano pacchi a ritmo sostenuto. Il nuovo gateway di Dhl Express all'Aeroporto Di Bologna è un gigante capace di gestire oltre 17.000 spedizioni l'ora ad una velocità massima di 2,5 metri al secondo. Frutto di un investimento da circa 33 milioni di euro, parte dei 350 stanziati a livello nazionale, la struttura è stata inaugurata oggi, ma è già operativa con sei voli al giorno per accogliere merci da tutto il mondo e far volare i prodotti bolognesi ed emiliano-romagnoli verso 220 paesi a livello globale.

Qui, nel complesso costruito in via della Salute con accesso diretto alla pista, arrivano tutti i mercoledì, direttamente dalla Germania, le dosi di vaccino da somministrare agli emiliano-romagnoli. "Questo è solo l'inizio di un percorso: è un investimento che ci vedrà qui per oltre 20 anni", assicura l'ad di Dhl Express Italia, Nazarena Franco. "Non è difficile servire un territorio come questo: in termini di export esprime una domanda che è tra le prime in Italia. Abbiamo 75 filiali in Italia e hub in 9 aeroporti, Bologna è il secondo per importanza", spiega Franco al taglio del nastro. "Ci hanno visto giusto. Bologna è sempre stata il centro dell'Italia dei traffici. Oggi è centro logistico del paese. Sarete costretti a rimanere qui non negli anni, ma dei secoli", osserva l'ex presidente della Commissione europea, Romano Prodi.

"La logistica sta cambiando il mondo: siamo abituati alla rivoluzione portata dalla vendita per corrispondenza, ma sono i rapporti tra le imprese che sono diventati talmente vasti e fitti, per cui una fabbrica è sostanzialmente un centro che si rapporta con la logistica", osserva il professore.

"Qui si è continuato a lavorare anche durante i mesi di lockdown. Bolognagrazie alla sua centralità viene riconosciuta come opportunità per poter distribuire le merci nel mondo", rivendica Enrico Postacchini, presidente del Aeroporto, che ha realizzato il building per Dhl Express Italy, con un investimento di 10 milioni di euro. La nuova struttura è progettata secondo le linee 'Go Green' del colosso tedesco, ispirate a principi di sostebibilità.

"Il Marconi era quinto in Italia per merci trasportate, adesso siamo terzi", ricorda l'amministratore delegato Nazareno Ventola, che ha anche confermato che gli investimenti sullo scalo stanno andando avanti. "Bologna vive di attività produttive e commercio. Per questo la scelta di Dhl dà sbocco alle potenzialità della città. Durante la pandemia industria emiliana non si è mai fermata", evidenzia l'assessore alla Mobilità del Comune di Bologna, Claudio Mazzanti. "Un'altra grande multinazionale sceglie di investire nel nostro territorio. Non è un caso. E' un investimento che tiene insieme innovazione, sostenibilità ambientale e buona occupazione", osserva l'assessore regionale ai Trasporti, Andrea Corsini, che ha annunciato l'approvazione a breve da parte di viale Aldo Moro di un piano per la logistica integrata per mettere in rete le infrastrutture dell'Emilia-Romagna che sarà presentato al governo. "Saremo i primi in Italia", aggiunge.

"Questi investimenti sono importantissimi, perché si inseriscono in un'attrazione di cose nuove, non l'acquisto straniero di cose esistenti. In secondo luogo, non dimentichiamo che Dhl è tedesca e il legame tra Germania e Italia trova nel Brennero un punto di forza. Noi siamo al termine di questa arteria, che si va rafforzando, che si trasformando, perché alla strada si aggiungerà la ferrovia. Per questo questo centro, non solo è destinato a rimanere, ma a diventare più grande. Per noi è importante", conclude Prodi. (Dire)

Si parla di

Video popolari

Aeroporto, il nodo logistico Dhl si ingrandisce: "Fino a 17mila pacchi l'ora" | VIDEO

BolognaToday è in caricamento