menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Lepri abbattute sulle piste, l'aeroporto: "Indispensabile alla sicurezza dei voli'

La società risponde così alle accuse degli animalisti della Lav, che avevano sollevato il caso, ma è giallo sull'intervento della Polizia Provinciale

Lepri abbattute per il controllo della fauna, che metteva a rischio la sicurezza degli aerei in transito. Così una nota dell'aeroporto Marconi replica alle accuse della Lav - Lega Anti Vivisezione, sulla cosiddetta 'Caccia alla Lepre' avvenuta ella notte tra il 3 ed il 4 aprile sulle piste del Marconi. 

"L’intervento -si legge in una nota del Marconi- si è reso necessario per ragioni di sicurezza del volo, tenuto conto del fatto che in presenza di fauna in prossimità delle aree di manovra (pista di volo, piazzali e aree di raccordo) esiste il rischio concreto di impatti con aeromobili con potenziali conseguenze, anche serie, per la sicurezza delle operazioni. La presenza di fauna sul sedime, verificata tramite apposito censimento, ha evidenziato, nello specifico, un numero di lepri valutato in fascia critica dall'apposito risk assessment: per tale motivo sono state poste in essere azioni di mitigazione mirate.  

Il Marconi spiega anche che "la semplice cattura degli animali con successiva re-immissione nell’ambiente esterno non è risultata perseguibile, in quanto da precedenti analisi dell’Istituto di zooprofilassi tali animali hanno evidenziato patologie che potrebbero contagiare altri animali sani".

All'abbattimento selettivo delle lepri hanno partecipato -dice la società aeroportuale- anche da personale del Corpo di Polizia Provinciale della Città metropolitana di Bologna, che però nei giorni scorsi era stato contattato da Lav e aveva negato, secondo gli animalisti, qualsiasi intervento.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento