Aeroporto Marconi: in valigia 300 pillole dimagranti vietate, nei guai per traffico internazionale

Farmaci a base di Amfepramone, inserito insertio nella tabella stupefacenti

300 capsule di “Amfepramone” sono stati sequestrati dai funzionari dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli in servizio presso l’Aeroporto Guglielmo Marconi e dai finanzieri del I Gruppo Bologna, impegnati nella lotta finalizzata al contrasto dei traffici illeciti.

A finire nei guai un cittadino cinese C.R. in arrivo dall’Ungheria e residente in provincia di Prato trovato in possesso di 300 capsule di “Amfepramone” . Si tratta di un farmaco usato come coadiuvante nella perdita di peso, in quanto soppressore dell’appetito. Le sue azioni sono simili a quelle dell’amfetamina, con effetti collaterali quali tachicardia, insonnia e psicosi.

L’Amfepramone è infatti inserito in Tabella I tra le sostanze stupefacenti e psicotrope di cui al D.P.R. 309/90. Il cittadino cinese è stato denunciato in stato di libertà all’Autorità Giudiziaria di Bologna per il reato di traffico internazionale di sostanze stupefacenti.

Oltre un Kg di droga nel bagaglio: arrestato in aeroporto

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scambia la moglie per un ladro e chiama i Carabinieri

  • Ubriaca sul davanzale, cade giù dal terzo piano

  • Scossa di terremoto nella notte, avvertita anche nell'Appennino bolognese

  • E' Natale, a spasso per Bologna: le vetrine più originali

  • Perturbazione meteo, previsione nevicate: Autostrade mette in guardia

  • Neve in arrivo, non solo in Appennino: "Fiocchi anche in collina e possibili sorprese in pianura"

Torna su
BolognaToday è in caricamento