menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Aeroporto di Bologna

Aeroporto di Bologna

Assembramenti in aeroporto, il racconto: "Noi bloccati ore al chiuso per il controllo passaporti"

In 400, tutti in fila in un'area chiusa, in attesa del controllo del passaporto dopo essere atterrati al Marconi: "Abbiamo avvertito anche la Polizia di Frontiera, ma ci sono volute due ore"

Due aerei atterrati a Bologna da Paesi extra europei, circa 400 passeggeri in fila al controllo passaporti in un unico ambiente chiuso, senza possibilità di "espandersi" al di fuori di quell'area: questo il racconto di un viaggiatore che sabato sera ha avvertito la Polizia di Frontiera perchè riteneva di non essere al sicuro rispetto alle normative anti-Covid.

Il suo volo proveniente dall'Albania è giunto al Marconi alle 21.30, ma lui è riuscito a uscire dall'area aeroportuale solo dopo le 23.00: "Dopo lo sbarco, sia noi che i passeggeri provenienti dalla Bulgaria, ci siamo ritrovati accalcati, in fila per il controllo dei documenti davanti ai due gabbiotti della Polizia".

I passeggeri chiamano la Polizia di Frontiera: "Qui siamo assembrati"

"La situazione è parsa a tutti noi molto rischiosa, sebbene indossassimo regolarmente la mascherina - spiega il 27enne, che a un certo punto ha anche telefonato alle forze dell'ordine per fare una segnalazione ufficiale - visto che siamo stati chiusi in un unico ambiente per molto tempo. Per quanto mi riguarda ci sono volute due ore prima che riuscissi a uscire, perdendo fra l'altro l'autobus per il centro città. Un uomo a un certo punto ha chiamato la Polizia di Frontiera, cosa che poi ho fatto anche io sperando potessero mandare degli altri poliziotti".

Il racconto del passeggero: "Rispettiamo le regole e poi ci ritroviamo così"

E così è stato: "Alla fine, in base alla disponibilità, sono riusciti a far arrivare due agenti che hanno cominciato a controllare i passaporti  dando una mano ai colleghi e accelerando un po' i tempi. Li ringraziamo per questo e sappiamo che non è colpa loro, ma è stato assurdo e contraddittorio scrivere autocertificazioni, farsi misurare la temperatura, indossare le mascherine e rispettare tutte le regole per poi finire ammassati così in tanti in uno spazio chiuso e limitato". 

WhatsApp Image 2021-01-10 at 15.55.00-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Casalecchio: aperto il nuovo ristorante McDonald’s 

Salute

Più sedentari causa smartworking e Dad. La personal trainer "L'esercizio fisico è un 'farmaco', può previene malattie croniche"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento