Cronaca

Voli extraeuropei Covid-tested, l'aeroporto Marconi: "Ancora in attesa dell'emanazione dell'ordinanza"

L'Ad del Marconi, Nazareno Ventola: "Ci è risultata incomprensibile l'esclusione dell'Aeroporto di Bologna dall'elenco degli aeroporti autorizzati lo scorso maggio, visto che dallo scalo opera dal 2015 un volo Emirates per Dubai, capitale di uno dei sette Emirati Arabi Uniti"

Viaggi e Coronavirus. "Stupore e preoccupazione per il ritardo del provvedimento del ministero della Salute": lo segnala l'aeroporto di Bologna, che si dice ancora in attesa dell'emanazione dell'ordinanza per l'operatività dei voli extraeuropei Covid-tested anche al Marconi. Si tratta dei test che consentono ai passeggeri, a fronte dell'esito negativo di un test molecolare o antigenico da effettuare prima della partenza ed all'arrivo, di entrare nel paese di destinazione senza necessità di rispettare gli obblighi di sorveglianza sanitaria e di isolamento fiduciario.

Con alcune ordinanze risalenti di marzo e maggio, il ministero ha ammesso in questa categoria i voli che collegano l'Italia con Stati Uniti, Canada, Giappone ed Emirati Arabi Uniti, autorizzando gli aeroporti di Milano Malpensa, Roma Fiumicino, Napoli Capodichino, Venezia Marco Polo ma escludendo Bologna, che ha a sua volta collegamenti di linea con gli Emirati Arabi Uniti.

L'amministratore delegato del Marconi, Nazareno Ventola, evidenzia: "Ci è risultata incomprensibile l'esclusione dell'Aeroporto di Bologna dall'elenco degli aeroporti autorizzati lo scorso maggio, visto che dallo scalo opera dal 2015 un volo Emirates per Dubai, capitale di uno dei sette Emirati Arabi Uniti, e che tale volo, dopo una breve sospensione dettata dall'emergenza pandemica, è stato riattivato già dall'inizio di novembre 2020. Questo collegamento, operato giornalmente prima della pandemia ed oggi trisettimanale, risulta essenziale- rimarca Ventola in una nota- per il nostro territorio, sia dal punto di vista del turismo sia del business. Molto importante è anche la componente cargo, che riveste un ruolo fondamentale a supporto delle nostre imprese nell'attività di export verso il mondo".

In qualità di società quotata e a tutela quindi "dei suoi azionisti", l'aeroporto di Bologna esprime "stupore e viva preoccupazione per il ritardo del provvedimento" e auspica "una rapida ed urgente risoluzione della problematica". 

(Dire) 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Voli extraeuropei Covid-tested, l'aeroporto Marconi: "Ancora in attesa dell'emanazione dell'ordinanza"

BolognaToday è in caricamento