Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Coronavirus, niente stipendio-niente affitto: sciopero in Bolognina | VIDEO

Si sono chiamati RentStrike Bolognina e, dopo aver scritto una lettera alla proprietà, una società immobiliare, hanno deciso di scioperare. "Siamo maestre, siamo partite iva, musicisti, giardinieri: tutte e tutti precari senza reddito"

 

Niente stipendio, niente affitto. A Bologna, gli inquilini di 14 appartamenti hanno deciso di scioperare, saltando il pagamento del canone mensile a causa delle difficoltà economiche per via dell'emergenza Coronavirus, che ha amplificato problemi come la precarietà lavorativa.

Dopo aver scritto una lettera al proprietario di casa, una società immobiliare e senza aver ricevuto alcuna risposta, gli inquilini di via Serlio, in Bolognina, hanno avviato lo sciopero dell'affitto dando vita a quello che hanno chiamato il comitato RentStrike Bolognina.

Il comitato

"Siamo gli inquilini di via Serlio 6 e siamo in sciopero dell'affitto. Ciò che ci accomuna – scrivono – è vivere casualmente nello stesso palazzo ed appartenere tutte e tutti ad una generazione precaria, cresciuta tra la richiesta di un'alta qualificazione professionale, la flessibilità del lavoro, la creatività e la quasi totale assenza di tutele sociali e contrattuali. Per sopravvivere abbiamo imparato a fare mille lavori: siamo maestre, siamo giovani partite iva, siamo lavoratori dei call center, siamo facchini, siamo operai, siamo operatori delle cooperative sociali, siamo giardinieri, siamo lavoratori dello spettacolo, siamo musicisti, tutte e tutti precari".

"La nostra vita è da sempre scandita dall'incertezza, 'oggi lavoro, domani non si sa'. Da inizio febbraio, però, questa incertezza è diventata 'la nostra unica stabilità', perché a causa dell'emergenza sanitaria non abbiamo più un reddito per pagare l'affitto, né per pagare le bollette. Il nostro proprietario di casa è una società immobiliare che possiede 15 milioni di euro di patrimonio – continuano – ogni mese, senza muovere un dito, incassa 15 mila euro di affitto, privandoci dei nostri pochi averi".

"Abbiamo sempre pagato l'affitto ma ad aprile, per questioni di necessità, siamo stati costretti ad inviare una lettera alla società, chiedendo la sospensione o la riduzione dei canoni di locazione; lettera a cui non abbiamo mai ricevuto risposta. Neppure in questa situazione senza precedenti i grandi proprietari di immobili hanno voluto riconoscere il diritto ad avere una casa. Oggi però non è un giorno qualunque, perché chi fino adesso ha pagato tutto ha deciso di voltare pagina, di non essere più spettatore ma protagonista, di mettersi in gioco per abbattere il sistema e conquistare diritti".

(Fonte:Dire)

Coronavirus Emilia-Romagna, 17 aprile: + 348 casi, altri 60 morti. "Lavoriamo su case riposo"

Coronavirus Bologna e provincia, bollettino 17 aprile: "Numero alto per tamponi arretrati"

Cosa ci lascerà questa quarantena? La lezione dei bambini | VIDEO

Coronavirus, ecco il piano della Regione per le residenze anziani e contagi domestici

Coronavirus, i sindacati: "No ai supermercati aperti di domenica anche dopo il 3 maggio"

Coronavirus e fase due, Bonaccini: "Bar e ristoranti? Ancora chiusi: settore più difficile da far ripartire"

Mascherine non a norma, scatta sequestro da 30mila pezzi a Castenaso

Coronavirus e fase due, Tavolo sulla sicurezza e primi controlli su cinque categorie produttive

Senzatetto e Covid-19: "Noi clochard saremo i primi a essere falciati"

Covid e fase 2, l'assessore al bilancio traccia possibili scenari: "Bisognerà ripensare tutto. Chi diventerà protagonista lo vediamo già adesso"

Coronavirus, in Appennino pazienti che escono dalla fase acuta. Il sindaco: "Garanzie per il lavoratori"

Covid-19: gli studi autorizzati dall'Aifa per la sperimentazione di farmaci per il trattamento dell’infezione

Coronavirus, mascherine agli anziani: dalla prossima settimana in buchetta

La speranza viene dall'eparina: via al test in Emilia-Romagna

Farmaci e spesa a casa, aiuti alimentari, supporto anziani e persone fragili: servizi attivi e numeri utili

Coronavirus e consegne a domicilio: segnala a BolognaToday la tua attività!

Potrebbe Interessarti

Torna su
BolognaToday è in caricamento