rotate-mobile
Venerdì, 28 Gennaio 2022
Cronaca

Afganistan, Farzana: "Io al sicuro a Bologna, le mie sorelle rischiano di essere portate via perché non sposate"

Il racconto della 23enne afgana: "Nessuno della mia famiglia si azzarda a uscire di casa. Mio padre ha smesso di lavorare e le mie sorelle di studiare. Vorremmo che avessero la possibilità di uscire dall'Afghanistan"

Farzana, 23 anni, da quasi tre a Bologna mentre i suoi genitori e le sue sorelle sono a Kabul. I contatti non si interrompono mai da quando i talebani sono tornati al potere in Afghanistan e l'ansia che possa succedere loro qualcosa cresce di giorno in giorno: "Mio padre non esce di casa, se non per delle cose strettamente necessarie e comunque nei dontorni di casa. Per le mie quattro sorelle non se ne parla proprio. Lo stesso vale per mia madre. Non si muovono dalle quattro mura di casa e io temo per la loro incolumità". 

Quanti anni hanno le tue sorelle? Che tipo di contatti hai con loro e cosa rischiano in questo momento? 

"La più grande ha 20 anni, un'altra 18, ne ho poi una di 17 e la piccolina di soli 4 anni. Le sento ogni giorno su whatsapp, mentre io qui vivo una vita 'normale' e loro sono barricate in casa. Non possono uscire e non possono quindi neppure proseguire i loro studi. A un certo punto si sono presentate a lezione e sono state mandate via. Tutto è cambiato in un attimo e adesso rischiano di essere portate via perchè non sono sposate. E' successo già a una ragazza".

Fino a quanti anni è concesso a una giovane donna di essere nubile? Cosa è proibito alle donne oggi, con i talebani? Cosa sperate che possa accadere?

"Fino a 12 anni. Non è possibile per una donna vedere un uomo che non sia il marito, il padre o un fratello. Non è concesso che vada in bicicletta. Non può vestirsi come vuole. Non possono lavorare in presenza di altri uomini. Noi speriamo che vengano aperti dei corridoi umanitari e lunedì abbiamo indetto una manifestazione in Piazza del Nettuno (ore 18.00) proprio per sostenere il nostro popolo. Vogliamo dimostrare solidarietà e dare conforto, anche se da lontano. Pensavamo sarebbe stata una cosa 'piccola' ma siamo già in 1.200 persone e sappiamo che Bologna ha un grande cuore". 

Cosa succede alle donne afgane oggi con i talebani

Intervista all'afgano-bolognese Jan: "Molta preoccupazione per i familiari a Kabul"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Afganistan, Farzana: "Io al sicuro a Bologna, le mie sorelle rischiano di essere portate via perché non sposate"

BolognaToday è in caricamento