menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

'Italiameteo': Bologna si aggiudica l'Agenzia per la Meteorologia e Climatologia

Punto di riferimento in Italia e in Europa per tutto quello che riguarda il meteo e il clima

A Bologna l'Agenzia Nazionale per la Meteorologia e Climatologia "ItaliaMeteo" e avrà sede al Tecnopolo. Lo ha annunciato il ministro dell'ambiente Gian Luca Galletti, che ha parla di "passaggio davvero storico" per la città e per il paese. 

Dopo il Data Center, Bologna si aggiudica anche la struttura di riferimento per il meteo e il clima. Si parte con un finanziamento di 1 milione di euro per l’anno 2018, 5 per il 2019 e 7 ogni anno a partire dal 2020. 

“Bologna sede del Centro Europeo di calcolo per le previsioni meteorologiche a medio termine e della futura agenzia ItaliaMeteo come prevede la legge di Bilancio che ora inizia l'iter di approvazione in Parlamento - ha scritto in una nota il sidnaco Virginio Merola - ringrazio il ministro Gian Luca Galletti che ha lavorato per questo risultato che contiene in sé una visione strategica per la nostra città. E ringrazio il Presidente Stefano Bonaccini e l'assessore Patrizio Bianchi che con il loro lavoro hanno aperto la strada per questo obiettivo: quella di rendere Bologna una capitale della meteorologia grazie agli autorevoli centri di ricerca già esistenti e al lavoro di squadra delle Istituzioni. Bologna e la Città Metropolitana si confermano all'altezza della reputazione di dinamicità, attenzione alla ricerca e alla tecnologia che in questi anni abbiamo fortemente voluto costruire”.

“Si tratta di una notizia straordinaria per la città e per la nostra regione, che si candida così a diventare un punto di riferimento in Italia e in Europa per tutto quello che riguarda il meteo e il clima - commenta il presidente della Regione, Stefano Bonaccini - un risultato frutto dell’eccellente lavoro di squadra condotto in tempi brevi da Governo, Regione, Città metropolitana, Università e mondo della ricerca. L’Emilia-Romagna continua a dare prova della propria competitività, e della capacità di mettere a sistema il sapere scientifico, di calcolo e tecnologico di questo territorio. Ringraziamo il Governo, e in particolare il ministro dell’Ambiente Gianluca Galletti, per il percorso compiuto, che premia anche gli importanti investimenti fatti in questi anni dalla Regione sul fronte della ricerca, della tecnologia e della scienza. Una grande responsabilità- conclude Bonaccini- che, ne siamo certi, sapremo onorare al meglio”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

I Giardini Margherita, tra tesoretti e sorprese inaspettate

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento