rotate-mobile
Venerdì, 19 Agosto 2022
Cronaca Stazione Centrale

Aggressione sessuale in zona stazione: la 'vittima' aveva inventato tutto, denunciata

Sarebbe stato frutto della sua immaginazione, l'episodio di violenza riportato qualche giorno fa da una studentessa. Alcuni dettagli poco attendibili hanno insospettito gli inquirenti: lei confessa

Dopo l'ennesima aggressione sessuale denunciata due giorni fa da una studentessa, Bologna iniziava a interrogarsi e preoccuparsi: si doveva archiviare la caccia al "maniaco seriale"? Poco era durato il sospiro di sollievo per l'arresto del giovane rumeno arrestato a Copenaghen con l'accusa di essere lui l'autore di almeno due degli episodi di molestie,  verificati nel centro cittadino lo scorso mese.

Ma, con un "coup de théâtre" si è appreso che l'ultima aggressione denunciata in realtà non avrebbe mai avuto luogo: ovvero sarebbe stata inventata di sana pianta dalla vittima, una studentessa di 24 anni. La 'bufala' raccontata è fruttata alla ragazza una denuncia per simulazione di reato.

Dopo il racconto della 24enne - che riferiva di essere stata aggredita alle spalle e palpeggiata da uno sconosciuto - erano partite infatti le indagini della polizia. Ma ben presto la versione della giovane avrebbe mosso i dubbi degli inquirenti, insospettiti da dettagli vacillanti. Poi, ascoltata nuovamente, la stessa giovane avrebbe confessato di aver inventato l'episodio, sull'onda di un momento di disagio in cui si trova.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aggressione sessuale in zona stazione: la 'vittima' aveva inventato tutto, denunciata

BolognaToday è in caricamento