Cronaca

Aggressione violenta in via Zanardi, due poliziotti all'ospedale. Il Sap: "Si poteva evitare, bastava il Taser"

Durante un controllo in un negozio, un uomo ha aggredito gli agenti, ora ricoverati all'ospedale Maggiore per diversi traumi. Dure le reazioni della politica

Dopo il grave episodio di ieri, con un uomo ubriaco che ha dato in escandescenza, sempre in via Zanardi, questa mattina, un cittadino del Mali di 30anni durante un controllo in un negozio, ha aggredito con violenza due poliziotti, ora ricoverati all'ospedale Maggiore riportando diversi traumi. Lo riferisce il Resto del Carlino. 

"Adesso basta! Ancora una volta, questi feriti si potevano e si dovevano evitare, bastava il Taser - scrive in una nota il segretario Provinciale del Sindacato Autonomo di Polizia - Sap, Tonino Guglielmi - per motivi prettamente ideologici, alle forze di Polizia viene impedito l'utilizzo del fondamentale strumento di non violenza che potrebbero, o meglio dovrebbero, avere già in dotazione da tempo. Non si può pensare che si possa continuare a ignorare le reali necessità di una Polizia moderna e democratica, che si vuole sempre più 'umana' e vicina alle persone, che deve però essere dotata di adeguati strumenti per poter reagire alle aggressioni sia nella tutela dei poliziotti che nel rispetto delle persone, come già accade nelle polizie democratiche in tutto il mondo". 

Secondo Guglielmi, a questa necessità si affiancano le "ormai croniche necessità: sopperire alla carenza di normali dotazioni. Si pensi che, ad esempio, le radio che i poliziotti avevano al seguito non funzionavano (come avevamo segnalato al Questore poche settimane fa) e, pertanto l'ausilio dalle altre volanti è giunto in ritardo perché la segnalazione alle centrale operativa è arrivata solo grazie a un cittadino che ha chiamato il 113 per avvisare dei poliziotti in difficoltà; carenza di personale; riducendo le volanti sul territorio i poliziotti su strada sono sempre più soli nei momenti di difficoltà; certezza della pena, perché chi aggredisce un poliziotto deve sapere che aggredisce chi rappresenta lo Stato. Serve un urgente cambio di passo! E serve subito", conclude. 

“Mentre la sinistra bolognese litiga per le candidature, la città è preda di insubordinazione e violenza. Quando non capita ai cittadini, a farne le spese sono le Forze dell’Ordine"

“Mentre la sinistra bolognese litiga per le candidature, la città è preda di insubordinazione e violenza. Quando non capita ai cittadini, a farne le spese sono le Forze dell’Ordine, come accaduto in via Zanardi. Eppure aggressioni del genere potrebbero essere evitate, senza conseguenze - ha dichiarato Così il deputato leghista, Gianni Tonelli, responsabile del dipartimento Sicurezza Lega Emilia per Salvini Premier - basterebbe che le Forze dell’ordine fossero dotate del Taser. Se a Roma, dopo la positiva sperimentazione che risale ai tempi in cui Salvini era al Viminale, qualcuno ha deciso di sospenderne l’uso, a Palazzo d’Accursio la giunta potrebbe dare prova di buonsenso, consentendone l’utilizzo alla Polizia Locale. Peccato che Merola e compagnia preferiscano negare l’emergenza e fingere che in città regnino pace e armonia. Esprimo la mia solidarietà e quella di tutta la Lega agli agenti feriti, sperando che quello di oggi possa essere l’ultimo episodio di aggressione. Anche se temo non sarà così”.

"Piena solidarietà agli agenti di Polizia che oggi sono stati aggrediti in via Zanardi, da un cittadino straniero che si è scagliato contro di loro senza nessun motivo. Ai due poliziotti, che hanno riportato contusioni al volto, vanno i miei migliori auguri di pronta guarigione. Ormai nelle nostre città, e Bologna non fa certo eccezione, quotidianamente si verificano gravi fatti di violenza e di criminalità comune e, purtroppo, con grande frequenza, anche aggressioni alle Forze dell’Ordine - ha scrittyo Anna Maria Bernini, presidente dei senatori di Forza Italia - I nostri centri urbani non sono più “isole felici”, e questo ormai da molti anni: occorre una presa di coscienza univoca da parte di tutte le forze politiche, che consenta di porre in essere azioni risolutive. Non si può più pensare, in un contesto socio-economico profondamente mutato, di poter gestire la sicurezza delle Città con gli stessi organici e gli stessi equipaggiamenti di venti o trenta anni fa. Da tempo Forza Italia invoca una riforma complessiva e un potenziamento degli organici delle Forze dell’Ordine, unitamente a un equipaggiamento adeguato per i nostri uomini in divisa che si trovano a svolgere, giorno dopo giorno, un lavoro sempre più difficile e pericoloso. Ma serve anche un impegno concreto sul fronte della gestione delle politiche migratorie: i cittadini stranieri che delinquono, che si macchiano di reati così gravi, devono essere espulsi con tempestività dal Paese e non devono più farvi ritorno".

"E’ inaccettabile che si verifichino attacchi di questo genere contro chi rappresenta le istituzioni e con grande sacrificio ogni giorno tutela la nostra sicurezza - dichiarano Galeazzo Bignami, deputato di Fratelli d’Italia, e Marco Lisei, consigliere regionale di Fratelli d’Italia - purtroppo siamo di fronte all'ennesimo episodio di violenza che riguarda la nostra città nel giro di pochi giorni, altro segnale del difficile ambiente in cui le nostre forze dell'ordine si trovano ad operare. Auspicando in una pronta guarigione degli agenti coinvolti, ringraziamo gli uomini e le donne delle forze di polizia che quotidianamente operano con grande professionalità, abnegazione e senso di responsabilità". 

Bancomat manomesso e poliziotti aggrediti: 30enne arrestato in via Piave

San Lazzaro: in fila alla Coop va in escandescenza e ferisce due agenti della Polizia Locale

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aggressione violenta in via Zanardi, due poliziotti all'ospedale. Il Sap: "Si poteva evitare, bastava il Taser"

BolognaToday è in caricamento