rotate-mobile
Cronaca Savena / Via Mazzini

Rapina in via Mazzini: 90enne va in banca, aggredita e derubata sotto casa

Il 'colpo' è stato consumato nel pomeriggio di ieri. Uno straniero in manette, fugge invece il complice, autore materiale del fatto. L'arzilla nonnina - ha reagito - ed è finita in ospedale, per alcune contusioni riportate

Nuova aggressione a Bologna, vittima un'anziana signora, caduta nelle grinfie di un rapinatore in via Mazzini. La donna - 91 anni, di origini milanesi - è stata aggredita e derubata sotto casa, di ritorno da alcune commissioni in banca. L'arzilla nonnina ha reagito, ricavando contusioni alla mano. In manette è finito un uomo, complice dell'esecutore materiale della rapina.

Il fatto è avvenuto intorno alla tarda mattinata di ieri. La donna, in compagnia di un'amica e la badante - si è recata a fare alcuni prelievi in banca. Finite le commissioni, l'amica l'ha riaccompagnata a casa in auto. Appena scesa dalla vettura, la 91enne si è sentita avvicinare da uno sconosciuto, descritto come uno straniero di circa vent'anni, che le si è avventato addosso nel tentativo di scipparle la borsetta. La signora ha cercato di non mollare la presa. Al che il malintenzionato ha cominciato a strattonarla e per toglierle la borsa l'ha colpita pesantemente ad una mano. A quel punto è fuggito con il bottino, saltando a bordo di un'auto grigia guidata da un complice.

Allertate sul posto le forze dell'ordine, immediatamente una pattuglia della polizia ha perlustrato le vie limitrofe alla ricerca di un'auto grigia, di cui la badante dell'anziana era riuscita a prendere parte della targa. La vettura incriminata è stata rintracciata poco dopo, su viale Filopanti. Con un'abile manovra, la volante è riuscita a tagliare la strada all'automobile inseguita. A bordo è stato trovato pero' solo il complice del rapinatore, con addosso i proventi del 'colpo': 400 euro in contanti, del taglio appunto denunciato dalla vittima.

Per l'uomo - gravato da precedenti specifici - è scattato l'arresto. La Polizia è al lavoro per risalire al complice. "Si ritiene - hanno aggiunto dalla Squadra Mobile - che i soggetti possano essere autori di altri crimini simili in città". Il vicequestore aggiunto, Stanislao Caruso, ha voluto inoltre sottolineare l'importanza di agire in tempestività - e con la collaborazione dei cittadini - per poter riuscire ad arginare fenomeni del genere, che ha sottolineato: 'spaventano e allarmano molto la città'.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapina in via Mazzini: 90enne va in banca, aggredita e derubata sotto casa

BolognaToday è in caricamento