Cronaca

Grandine nel Bolognese, Confagricoltura: "Ingenti danni e perdite"

Colpiti i campi della zona nord-orientale della provincia

L’ondata di maltempo che ha colpito l’Emilia si è abbattuta anche nel Bolognese, dove nella giornata di ieri piogge intense e violente grandinate hanno causato danni alle produzioni agricole. Danni che, come emerge da una prima ricognizione di Confagricoltura Bologna, si sono registrati soprattutto sulla zona nord-orientale della provincia di Bologna, vicino al confine con il territorio di Ferrara, in particolar modo nelle località di Altedo, Baricella e Malalbergo.

"Sono state colpite principalmente le coltivazioni ortofrutticole, compresi diversi ettari di meleti e pereti. Solo le reti anti-grandine hanno evitato che le perdite fossero ancora più ingenti. I grossi chicchi di ghiaccio, con un diametro fino a 5 centimetri, hanno causato danni anche ai campi di mais e di soia presenti sul territorio", dettagliano.

"Purtroppo le perdite sono davvero importanti e hanno colpito tutta questa zona", commenta Luciano Bortolan, imprenditore della Società Agricola Bortolan, associata a Confagricoltura Bologna. "Quando non piove da due mesi è normale che avvengano disastri come quello che è accaduto ieri. Danni come questi non si ripercuotono solo sul presente ma anche in ottica futura, rischiando di mandare all’aria il lavoro di mesi e mesi".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Grandine nel Bolognese, Confagricoltura: "Ingenti danni e perdite"

BolognaToday è in caricamento