Malalbergo, distrutto l'albero contro la violenza. Il sindaco: "Gesto incommentabile"

Ignoti hanno piegato l'albero e rotto gli addobbi

L'albero contro la violenza vandalizzato

Distrutto l’albero simbolo contro la violenza in piazza XXV Aprile a Malalbergo: un atto vandalico che ha lasciato senza parole cittadini e amministrazione. L’albero era stato addobbato poco prima delle feste natalizie dagli alunni delle scuole, che per l’occasione avevano scritto poesie e cartelloni contro l’intolleranza e l’odio.

Ma qualcuno ha pensato di distruggerlo, e dura la condanna del sindaco Monia Giovannini: “E’ stata un’azione incommentabile – spiega a BolognaToday –  Quello era un simbolo di amore, tolleranza e solidarietà e qualcuno se l’è presa con un albero.  Condanniamo fermamente i gesti di violenza e i toni di odio e rabbia che spesso corrono anche sui social. Non ci sono molte parole per commentare l’accaduto”.

Il sindaco ha postato su Facebook le foto dell’albero distrutto, e immediata la reazione  e l’indignazione di molti cittadini.

albero pace malalalbergo-3

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Anziano rapinato in viale Roma: si ferisce tentando di inseguire il ladro

  • Cronaca

    Donna trovata per terra in via San Mamolo: era in coma etilico, gravissima

  • Incidenti stradali

    Incidente in scooter su viale Roma: la vittima è Andrea Pinardi

  • Cronaca

    Via Marsala, rapina in farmacia: minaccia le dipendenti armato di siringa

I più letti della settimana

  • Aggressione al figlio di Simona Ventura: 'Fu tentato omicidio', 4 condanne

  • La terra trema: scossa di terremoto avvertita a Bologna e provincia

  • Incidente in A14, la vittima è Carlotta Monti: la 21enne era di Medicina

  • Incendio, autobus in fiamme a Castenaso, danni alle auto

  • Denaro e favori per l'affare del "caro estinto": nel mirino 6 pompe funebri e 30 arresti

  • Terremoto in Emilia-Romagna, altre scosse fanno tremare la terra

Torna su
BolognaToday è in caricamento