menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Annunciati 45 esuberi: personale ambulanze in sciopero il 21 marzo

La Fondazione Catis, che si occupa di trasporti ed emergenza per Ausl e Sant'Orsola-Malpighi, lo ha comunicato ai sindacati

Il servizio ambulanze ha annunciato 45 possibili esuberi di personale. La Fondazione Catis, azienda che si occupa di trasporti ed emergenza-urgenza per l'Ausl e il Policlinico Sant'Orsola-Malpighi, lo ha comunicato ai sindacati Fp-Cgil, Cisl Fp, Uil-Fpl parlando di "assoluta incertezza nei rapporti con il Sant'Orsola", dove il servizio ambulanze si è protratto senza la firma di un vero e proprio contratto dal 2014; una situazione che "puo' portare a diverse decine di esuberi".

La reazione non si è fatta attendere ed è stato subito proclamato uno sciopero per martedì 21 marzo. L'annuncio arriva peraltro "nel pieno di una complicata vertenza che va avanti da diversi mesi, in particolare dopo che le sigle sindacali avevano richiesto a Fondazione Catis significative modifiche nella turnistica, giudicata molto pesante, e la possibilità di discutere di premi incentivanti da determinare con accordi condivisi fra azienda e rappresentanti dei lavoratori", si legge in una nota di sindacati. Richieste respinte e già in gennaio è stato proclamato lo stato d'agitazione.

A peggiorare la situazione era stata la decisione di Catis "di erogare un premio di 100 euro a circa 40 dipendenti su 200 senza passare dalla discussione con il sindacato". Per le sigle di Cgil-Cisl-Uil si tratta di "un comportamento autoreferenziale e autoritario aggravato dalla una minaccia di esuberi esplicitato da Fondazione Catis nell'ultima lettera". (dire)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

I Giardini Margherita, tra tesoretti e sorprese inaspettate

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento