Lunedì, 14 Giugno 2021
Cronaca Zona Universitaria / Piazza Giuseppe Verdi

Piazza Verdi, incontro sindaco/comitati: in arrivo ordinanza sull'alcol e spazio alla cultura

"Dopo dieci anni finalmente l'incontro. La cultura di qualità porterà qualità anche in Piazza Verdi" e Merola annuncia un'ordinanza che limiterà la vendita di alcolici

Irlandesi in Piazza Verdi

Novità su Piazza Verdi dopo l'incontro di questa mattina fra il sindaco Virginio Merola e i rappresentati  dei comitati cittadini. E' Otello Ciavatti, presidente del "Comitato Piazza Verdi" a raccontare le imminenti sorti di questa fetta di città tanto problematica: "La cultura avrà un ruolo importante e sono già stati definiti 16 eventi da luglio a settembre (4 concerti di musica classica, 4 giornate dedicate alla musica di strada, 4 giorni al teatro di strada e altri 4 per le presentazioni di libri) che porteranno in Piazza Verdi cittadini e famiglie. Se la cultura è di qualità, la gente che arriva è di qualità". Per cominciare fin da subito e sigillare l'accordo con Palazzo d'Accursio i rappresentanti dei comitati hanno portato davanti al Piccolo un gruppo di musicisti folk irlandesi.

LE PROPOSTE DEI COMITATI VAGLIATE DA MEROLA. Al tavolo di concertazione di Piazza Verdi erano presenti il Comitato Piazza Verdi, l'Associazione Giardini del Guasto e Bologna Vivibile. Oltre a loro anche i rappresentanti di CNA, Ascom, Teatro Comunale e Università e, naturalmente il sindaco Merola, che ha sottolineato che "alla base del lavoro su Piazza Verdi, ci devono essere le idee" come riportano i presenti. Il primo cittadino ha annunciato anche un'ordinanza sulla vendita di alcolici. 

SICUREZZA: PRESENZA MASSICCIA DI ASSISTENTI CIVICI. Mentre la formazione degli assistenti civici prosegue, i Comitati oggi hanno chiesto una quantità rilevante di volontari con pettorina anche in Piazza Verdi: "La loro presenza incentiverà comportamenti adeguati da parte dei ragazzi".

TEMPI LUNGHI, MA ADESSO SI PARTE. Quanto è passato dalla richiesta del tavolo alla riunione di oggi? "Dieci anni! - dice ridendo Ciavatti - abbiamo raggiunto un punto di non ritorno e di forti contrasti che non potevano essere più ignorati. Sanare è il compito dell'Amministrazione. L'Assessore alla Cultura Alberto Ronchi era presente? "No, ma noi gli avevamo già chiesto di inserire il nostro progetto in Bè Bologna Estate. Lui non ci ha risposto, ma oggi il sindaco è stato chiaro: ha detto che queste sono le proposte giuste e non credo che lui e l'assessore entrino in contrasto".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piazza Verdi, incontro sindaco/comitati: in arrivo ordinanza sull'alcol e spazio alla cultura

BolognaToday è in caricamento