Lunedì, 15 Luglio 2024
Cronaca Via Gian Giacomo Carissimi

Sandra Sandri, scomparsa a 11 anni nel '75: riaperto il caso su una Bologna oscura

Dopo 38 anni il caso viene riaperto: la ragazzina di 11 anni scomparve in via Farini, dopo aver salutato la mamma prima di andare a scuola. Oggi la nogrande notizia

La piccola Sandra Sandri è stata vista per l'ultima volta dalla mamma alla fermata del bus in via Farini, era il 1975. "Grazie al lavoro della procura e della squadra mobile di Bologna oggi si riapre il caso della ragazzina finita nelle mani di adulti e mai più ritrovata: oltre a lei è scomparso anche Remo, un uomo che forse sapeva la verità". Un giallo consumato in una Bologna in bianco e nero, fra i giochi di bambina e le molestie di uomini molto più grandi, fra il bar di via Carissimi e il centro storico.

LA PICCOLA CONOSCEVA I RESPONSABILI E LI VOLEVA DENUNCIARE. "Conosceva bene i protagonisti di questa brutta storia e qualcuno dice che voleva denunciare i responsabili della sparizione della piccola Alessandra. Sarebbe stato fatto sparire per non farlo parlare". E' dal sito di Chi l'ha Visto (la trasmissione non ha mai smesso di indagare sulla scomparsa) che apprendiamo questa bella notizia, attesa da 30 anni. Ma il caso della piccola Sandra non è lunico caso di scomparsa irrisolto a Bologna: ci sono anche Fabrizio Andalò, Giovanni Ghinelli, Margherita Bisi, Elena Kaninina.

IL GIORNO DELLA SCOMPARSA, IL LONTANO 7 APRILE DEL 1975. Alessandra Sandri nella piovosa mattina del 7 aprile 1975, a Bologna, prese insieme a sua madre l'autobus per andare a scuola. Sua madre la vide per l'ultima volta scendere alla fermata di via Farini. Poi Alessandra scomparve nel nulla. In tutti questi anni i genitori non hanno mai perso la speranza di riuscire a scoprire anche solo un indizio che possa aiutarli a capire cosa sia successo alla bambina, all'epoca undicenne. "Chi l'ha visto?", tornando su questa terribile vicenda, ha scoperto che, proprio nei mesi precedenti la scomparsa della bambina, due uomini erano stati denunciati per molestie alla bambina e ad una sua amica. Dopo tanti anni i genitori, distrutti dal dolore, sono convinti che qualcuno conosce la sorte toccata ad Alessandra, e si appellano a queste persone perché dicano quello che sanno.

LA CHIAVE FORSE NEL BAR DI VIA CARISSIMI E NELLA REGISTRAZIONE. A un mese da quella maledetta mattina la piccola ebbe una lunga conversazione con un vicino di casa, Ignazio Parentela nella quale raccontò dei suoi incontri con alcuni uomini, frequentatori del bar di via Carissimi (dove vivevano entrambi) facendone nomi e cognomi.

LA VOCE DELLA PICCOLA SANDRA. Tale conversazione venne registrata da Parentela e forse questo fece scattare il movente. I due uomini citati allora vennero condannati nel 1982 a tre anni di reclusione per abusi, ma mai si parlò di omicidio. Franco Mascagni e Ignazio Parentela sono morti, mentre il terzo uomo,  Giorgio Fragili, è ancora vivo ed è stato sentito dai magistrati. Ma il corpo della Sandri non è mai stato trovato.“

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sandra Sandri, scomparsa a 11 anni nel '75: riaperto il caso su una Bologna oscura
BolognaToday è in caricamento