Alloggi popolari: 4,3 milioni di euro per ristrutturare e nuovi cantieri

Il riparto delle risorse è stato proporzionale al numero di alloggi gestiti dalle diverse amministrazioni comunali. Le quote comune per comune

Arrivano 4,3 milioni di euro per la manutenzione degli alloggi di edilizia residenziale. Lo rende noto la città metropolitana, dopo l'ok dalla Conferenza metropolitana dei sindaci. Le risorse a disposizione dei Comuni andranno agli interventi di manutenzione al patrimonio di edilizia residenziale pubblica gestito da Acer e altri enti.

“Si tratta di risorse fondamentali – è il commento di Luca Lelli Consigliere metropolitano con delega alle Politiche per la casa – grazie alle quali potremmo intervenire sugli alloggi di edilizia residenziale pubblica che lo richiedono (in totale sono 6.200 gli alloggi nel territorio della città metropolitana di Bologna) sia con manutenzioni ordinarie e straordinarie che con interventi nei condomini, compreso per esempio l’installazione di ascensori di cui c’è sempre più bisogno visto l’aumento dell’età degli assegnatari. Queste risorse si sommano peraltro a ulteriori 3,5 milioni di euro di fondi regionali, che arriveranno a settembre, destinati al ripristino degli alloggi sfitti”.

Il riparto delle risorse è stato proporzionale al numero di alloggi gestiti dalle diverse amministrazioni comunali: si tratta di oltre 3,5 milioni per manutenzioni ordinarie e straordinarie degli alloggi, così ripartiti tra i Comuni:

- 237.578 euro ai Comuni dell’Unione Appennino bolognese (a cui si aggiungono 38.000 per il Comune di Alto Reno Terme),

- 234.000 ai Comuni dell’Unione Savena Idice (a cui si aggiungono 190.000 euro per San lazzaro),

- 320.000 euro ai Comuni dell’Unione Reno Galliera,

- 384.000 ai Comuni dell’Unione Terre D’acqua,

- 346.000 ai Comuni Unione Terre di Pianura (a cui si aggiungono 132mila euro per Molinella),

- 605.000 ai Comuni dell’Unione Reno Lavino Samoggia,

- 1.022.000 ai Comuni del Circondario Imolese (di cui 507mila a Imola),

Infine 40.000 euro sono destinati alla Città metropolitana che gestisce direttamente alcuni di questi alloggi.

Inoltre 800.000 euro – sempre derivanti da queste economie - sono stati dedicati da Acer al completamento di due cantieri in corso per la costruzione di nuovi alloggi a Castel Maggiore e Pieve di Cento (che non hanno quindi beneficiato del riparto destinato alle manutenzioni). Anche il capoluogo non è stato assegnatario di risorse in quanto aveva già beneficiato di altre economie in passato.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'oroscopo di agosto segno per segno: ecco cosa dicono le stelle

  • SuperEnalotto, la fortuna bacia Pianoro: vinti 18mila euro

  • Covid e gestione piscine, parrucchieri ed estetisti: siglata nuova ordinanza in Emilia-Romagna

  • Le 10 mostre di agosto da non perdere a Bologna

  • Temporale improvviso nel gran caldo, alberi caduti e allagamenti

  • Coronavirus, bollettino Emilia-Romagna 1 agosto: 10.400 tamponi e 56 nuovi casi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BolognaToday è in caricamento