Cronaca

Scalatore bolognese sospeso nel vuoto: recuperato dal Soccorso Alpino

Il giovane è rimasto appeso nel vuoto circa a metà della fune metallica, lunga settanta metri, mentre effettuava un passaggio zip-line

Un ragazzo ventunenne rimasto sospeso in un tratto della Ferrata delle  Balze di Malpasso, nel comune di Toano (Re). E' acaduto oggi pomeriggio: il ragazzo, residente a Bologna, ha affrontato il percorso attrezzato sull’Appennino Reggiano insieme ad altri alpinisti, con alcuni passaggi sul ponte tibetano e su zip-line, ovvero una fune metallica sulla quale scorre una carrucola alla quale l’alpinista deve assicurarsi per raggiungere per scorrimento l’altro lato del pendio.

Per cause ancora da chiarire, il giovane bolognese è rimasto però appeso nel vuoto circa a metà della fune metallica, lunga settanta metri. E' stato allertato il 118 e in pochi minuti sul posto è arrivata una squadra della Stazione “Monte Cusna” del Soccorso Alpino reggiano, che si è avvicinata il più possibile al giovane sospeso nel vuoto e gli ha fatto pervenire una corda per poi trainarlo fino al  termine del cavo. Il ragazzo è stato condotto a piedi fino al mezzo fuoristrada del SAER e da qui  fino alla strada asfaltata, dove ad attenderlo vi erano anche i Carabinieri e la Croce Rossa di Toano.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scalatore bolognese sospeso nel vuoto: recuperato dal Soccorso Alpino

BolognaToday è in caricamento