menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Per evitare l'arresto tenta di buttarsi dal balcone: feriti due Carabinieri

Arrestato un 22enne ad Altedo: i Carabinieri sono andati da lui per ammanettarlo e lui, insieme alla madre, le ha tentate tutte

Ieri mattina, i Carabinieri della Stazione di Altedo si sono recati a casa di un 22enne di origini marocchine per notificargli un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, su richiesta della Seconda Sezione Penale della Corte d’Appello di Bologna. Il giovane, che stava già scontando gli arresti domiciliari con braccialetto elettronico, ha accolto serenamente i militari, poiché pensava a una visita di routine, legata ai suoi precedenti giudiziari.

In seguito, però, quando è stato informato che si trattava di un nuovo provvedimento cautelare con il trasferimento in carcere, il giovane, prima ha iniziato a urlare, fiancheggiato dalla madre, poi, con un balzo fulmineo, ha scavalcato il parapetto del terrazzo della sala da pranzo e ha minacciato di buttarsi di sotto.

Un Carabiniere è riuscito ad afferrarlo al volo per una gamba e l’ha riportato dentro dove, nuovamente sostenuto dalla mamma (una 46enne marocchina) che faceva di tutto per aiutarlo a fuggire, ha continuato a fare resistenza. Un Maresciallo durante quegli istanti si è ferito a una mano con un pezzo di vetro della porta-finestra.

Il 22enne, è stato quindi ammanettato e accompagnato in carcere per scontare la nuova misura cautelare. Il Maresciallo ha ricevuto le prime cure da una vicina di casa, poi è stato medicato dai sanitari del Pronto Soccorso dell’Ospedale di Bentivoglio. Anche un Carabiniere rimasto ferito al collo, è stato trasportato al Pronto Soccorso dell’Ospedale di Budrio. Adesso, mamma e figlio, dovranno rispondere di resistenza a pubblico ufficiale, lesioni personali, tentata evasione (il figlio) e procurata tentata evasione (la madre).

Lo scorso novembre al Altedo lo stesso giovane è stato arrestato per concorso in tentato furto aggravato: insieme ad alcuni compagni infatti aveva rubato degli oggetti personali appartenenti ai componenti di una squadra di basket che si stava allenando nella palestra comunale situata in via Yuri Gagarin. E un mese prima era fra i sei spacciatori arrestati tra Piazza Verdi e il Parco della Montagnola. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento