Cronaca

Specchietto rotto di ricambio in macchina, così truffava ignari automobilisti

Lo specchietto retrovisore della truffatrice si staccava dalla struttura di plastica, rendendolo “pronto all’uso” per il raggiro

Una 45enne di Noto (SR) è stato denunciata dai Carabinieri di Altedo per tentata truffa. Al volante di un’Alfa Romeo 147, con un passeggero a bordo, la siciliana ha messo in atto “la “tecnica dello specchietto retrovisore rotto” ai danni di due automobiliste, una casalinga 68enne e una pensionata 73enne che stavano transitando in via del Corso.

Le due donne però hanno "mangiato la foglia": hanno capito cosa stava succedendo e hanno respinto qualsiasi addebito, poi si sono recate dai Carabinieri per raccontare l’accaduto. I militari hanno informato la Centrale Operativa dei Carabinieri di Molinella che a sua volta ha ordinato le ricerche dell’auto sospetta a tutte le pattuglie presenti sul quel territorio. Pochi minuti dopo, l’Alfa Romeo 147 è stata bloccata dai Carabinieri di Budrio. Alla guida dell’auto c’era la 45enne, mentre seduto al suo fianco c’era un 17enne. La donna è stata riconosciuta da entrambe le vittime. Ispezionando l’automobile, i Carabinieri hanno trovato un bullone nella tasca laterale dello sportello anteriore, lato passeggero e hanno notato che lo specchietto retrovisore esterno, lato guidatore, si staccava dal resto della sua struttura di plastica, rendendolo “pronto all’uso” per la truffa. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Specchietto rotto di ricambio in macchina, così truffava ignari automobilisti

BolognaToday è in caricamento