Cronaca Saragozza / Via Porrettana

Sequestrata falsa 'gioielleria' ambulante: due truffatori denunciati

Spacciavano anelli di bassa lega per preziosi da vendere a prezzo d'occasione per la festa della donna. 'Colti' in flagrante in un'area di sosta sulla Porrettana

Commercianti ambulanti di falsi preziosi colti in flagrante nella giornata dell’8 marzo, mentre erano intenti a rifilar 'patacche' ai passanti, stazionando in una piazzola di sosta lungo la strada Statale 64 “Porrettana”. Nei guai è finita una coppia di rumeni - A.R., 39enne, e A.L., 35enne, entrambi con precedenti di polizia e senza fissa dimora - denunciati per tentata truffa.

A coglierli in fallo una pattuglia dei Carabinieri, che mentre svolgeva un servizio perlustrativo, ha notato i due indaffarati nel proporre l’acquisto di “anelli in oro”. All'avvicinarsi dei militari, i venditori hanno iniziato a liberarsi di tutti i monili che avevano tra le mani, mentre i “potenziali clienti”, che avevano creduto di avere di fronte due facoltosi rappresentanti di oggetti preziosi, cercavano di capire cosa stesse accadendo.

I due rumeni, giunti nell’Alta Valle del Reno a bordo di una Mercedes E200, in occasione della “Festa della Donna”, avevano improvvisato una vendita al dettaglio di anelli di colore giallo, simili all’oro, ma realizzati con varie leghe metalliche di poco valore. La gente che si avvicinava al “banchetto espositore” veniva ingannata dai due imbroglioni che spacciavano per oro i loro prodotti. Ulteriori controlli da parte dei militari, e una perquisizione personale e veicolare, hanno rivelato che all’interno del bagagliaio dell’auto erano nascosti 164 anelli, che sono quindi stati posti sotto sequestro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sequestrata falsa 'gioielleria' ambulante: due truffatori denunciati
BolognaToday è in caricamento