menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Protesta operai Ogr

Protesta operai Ogr

Morti per amianto, AFeVA: "Un altro lavoratore delle OGR ucciso"

E' l'allarme lanciato AFeVA Emilia Romagna: "Roberto Bortolini, elettromeccanico delle OGR, è morto domenica scorsa per la malattia contratta a causa dell'esposizione ad amianto avvenuta durante il lavoro"

Amianto, un killer silenzioso che continua a mietere vittime. L'ultima è Roberto Bortolini, elettromeccanico delle Officine Grandi Riparazioni (OGR) delle Ferrovie, morto domenica scorsa per la malattia contratta a causa dell'esposizione ad amianto avvenuta durante il lavoro. E' l'allarme lanciato da AFeVA (associazione vittime amianto) Emilia Romagna, che stringendosi attorno alla famiglia, sottolineano come "con questo ennesimo lutto continua la strage dei lavoratori dell'OGR e, più in generale, continuano le morti da amianto." Percè per AFeVA la morte di Roberto "non è una fatalità, non è un incidente, ma l'esito di un modello di sviluppo che ha trascurato deliberatamente la sicurezza sul lavoro, in nome del profitto".

"E' intollerabile la sottovalutazione che continua a persistere attorno a questo problema" - manda a dire l'associazione secondo la quale la storia delle Officine Grandi Riparazioni "deve essere assunta dalla città di Bologna come una delle tragedie che merita di essere al centro della propria vita civile e politica, deve essere conosciuta da tutti e deve moltiplicare l'impegno politico istituzionale e non, per risolvere i problemi connessi all'amianto".
La richiesta dell'AFeVA è quindi che vengano modificate le priorità delle scelte, l'agenda delle cose da fare a partire da un nuovo piano Amianto regionale.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Bologna usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Casalecchio: aperto il nuovo ristorante McDonald’s 

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento