Lunedì, 14 Giugno 2021
Cronaca

Anna Maria Franzoni, la Cassazione accoglie il ricorso della Procura: domiciliari a rischio

A giugno dello scorso anno la donna era tornata nella casa di famiglia sull'Appennino, dopo l'ok del magistrato di sorveglianza. Ora è tutto da rivedere

La Corte di Cassazione ha accolto il ricorso della Procura di Bologna contro la concessione degli arresti domiciliari ad Anna Maria Franzoni, condannata a 16 anni per l'uccisione del figlio Samuele nel 2002.

Secondo la Procura di Bologna la detenzione domiciliare non può essere concessa a persone con figli di età superiore a 10 anni, come il figlio minore della Franzoni, mentre per il Procuratore Generale della Cassazione sarebbe ammissibile poichè è stata presentata prima del compimento dell'età.

La donna è tornata nella casa di famiglia, a Ripoli di Santa Cristina, sull'Appennino. Sarà il magistrato di sorveglianza, che aveva dato l'ok per la detenzione domiciliare nel giugno 2014, a dover riesaminare la sua posizione. Entro 30 giorni, i giudici della Cassazione depositeranno le motivazioni della loro decisione. La Franzoni può anche uscire di casa quattro ore al giorno, senza allontanarsi dal territorio della provincia.


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anna Maria Franzoni, la Cassazione accoglie il ricorso della Procura: domiciliari a rischio

BolognaToday è in caricamento