Cronaca

Dozza, Franzoni chiede permessi premio: "Ci sono tutti i requisiti "

La detenuta Annamaria Franzoni ha avanzato nuovamente la richiesta, già rifiutatale l'estate scorsa. Il suo legale: "Riteniamo che ci siano tutti i requisiti per il permesso"

Vorrebbe usufruire di permessi premio per tornare a Cogne e riabbracciare la sua famiglia, il marito e i due figli rimasti. Così Annamaria Franzoni, mamma del piccolo Samuele barbaramente ucciso nel suo lettino 9 anni fa, ieri è tornata a chiedere in un'udienza al Tribunale di Sorveglianza di Bologna.

Richiesta già avanzata e respinta la scorsa estate dal magistrato che l'ha in carico.
Quella di ieri è stata un'udienza in cui si è discusso dell'istanza contro la decisione di non concedere i permessi, in linguaggio giuridico un reclamo avverso il diniego di permesso premio. Il Tribunale presieduto da Francesco Maisto si è riservato la decisione.

"Attendiamo la decisione del Tribunale - ha detto l'avv.Paola Savio, che difende Franzoni - Riteniamo che ci siano tutti i requisiti per il permesso". Annamaria Franzoni, in carcere dal 2008, aveva usufruito di un permesso in occasione dei funerali del suocero il 31 agosto 2010.


 

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dozza, Franzoni chiede permessi premio: "Ci sono tutti i requisiti "
BolognaToday è in caricamento