Sabato, 13 Luglio 2024
Cronaca

Richiesta domiciliari ad Annamaria Franzoni: la decisione torna al Tribunale di Bologna

La Cassazione ha accolto il ricorso della donna contro l'ordinanza del presidente del Tribunale di Sorveglianza di Bologna che aveva detto no e che dovrà nuovamente pronunciarsi

Il tribunale di Sorveglianza di Bologna dovrà pronunciarsi sulla richiesta dei domiciliari da parte di Annamaria Franzoni. La Cassazione ha accolto per una questione procedurale il ricorso della donna contro l'ordinanza del presidente del Tribunale di Sorveglianza che aveva detto no alla sua istanza di detenzione domiciliare.

Il presidente del tribunale il 20 agosto scorso aveva dichiarato inammissibile la domanda poiché la misura non può essere concessa a chi ha subito condanna con l'applicazione della pena accessoria della decadenza dalla potestà genitoriale. Ipotesi che, è stato decretato, ricorre in questo caso perché la Franzoni è stata condannata a tale pena accessoria per sedici anni.

LA DIFESA. La difesa ha invece opposto che si trattasse non di decadenza dalla potestà ma di sospensione. La Suprema Corte ha ritenuto che tale decisione da parte del tribunale di sorveglianza non potesse avvenire 'de plano', senza la fissazione dell'udienza in camera di consiglio, ma in contraddittorio tra le parti, alla presenza quindi dell'avvocato della Franzoni, e ha quindi annullato senza rinvio quel provvedimento, disponendo la trasmissione degli atti al Tribunale di Sorveglianza per la decisione sull'istanza.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Richiesta domiciliari ad Annamaria Franzoni: la decisione torna al Tribunale di Bologna
BolognaToday è in caricamento