Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca

Antichi mestieri bolognesi, il fabbro: ecco il 'Matricula Societatis Fabrorum civitatis Bononiae'

Il loro ruolo nella società delle arti e dei mestieri regolati da un 'albo' e uno statuto. Producevano anche serrature, da qui il nome di una via del centro storico

Paioli, pentole, spade, chiodi lavorazione dei metalli e produzione di serrature. Da qui, secondo gli storici, deriva la via "Clavature", serrature appunto. 

Il mestiere del fabbro nel XIV secolo occupava un posto importante nella società delle arti e dei mestieri, tanto da istituirne una "società", quello che oggi chiameremo albo, con un suo statuto, la “Matricula Societatis Fabrorum civitatis Bononiae”.

"Siano iscritti nella società dei fabbri tutti coloro che esercitano l'arte predetta nei borghim nei sobborghi e nel contado per eliminare le contese e siano iscritti in dieci gruppi enon di più", si legge nello statuto, un documento storico arricchito da miniature. 

Artigiani e dei mercanti erano divenuti una forza in città e sarebbe partita proprio da questi la rivolta di Bologna del 1376, quando la città si liberò del governo dei legati pontifici. 

Un progetto divenuto un video-ricostruzione, al quale hanno collaborato la Compagnia d'arme delle 13 porte, Marc Sartis Simone Sgambati, Francesco Bacchi, Paolo Monetti Lucianer, Matteo Evangelista Mazzenga, Massimiliano Lo Cicero, Tiziano Capelli per le foto, Storici Eventi per il post produzione, Anna Attiliani e Francesco Betti per la trascrizione e traduzione dello statuto, Fausto Galloni per il lavoro delle parti in ferro sulla botte, Vincezo Cavalleri per i lavori di falegnameria, e la Sartoria MonRo per gli abiti. E' stata ricostruita la figura del mercante, dell’armaiolo e dell’arcacherio che oltre a battere rame, ferro e bronzo tirava il filo di ferro per le cotte di maglia.

immagine video-39-50

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Antichi mestieri bolognesi, il fabbro: ecco il 'Matricula Societatis Fabrorum civitatis Bononiae'

BolognaToday è in caricamento