menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto Antoniano

Foto Antoniano

"Noi andiamo in vacanza, i poveri no": l'Antoniano cerca volontari

Per tenere aperta la mensa nei mesi di luglio e agosto quando la città si svuota. Ecco come fare

"Noi andiamo in vacanza, ma i più poveri no" ed è per questo che si cercano volontari per i mesi di luglio e agosto così da tenere aperta la mensa attiva dal lunedì alla domenica, per la colazione al mattino e per il pranzo dalle 12 alle 14.

Alessandro Albergamo, coordinatore del centro d'ascolto di Antoniano Onlus, lancia la sfida perchè, come recita lo slogan, "Il pasto è il primo passo". Quando la città si svuota, c'è bisogno del personale volontario "essenziale per due principali motivi: perchè svolge un'attività di primo contatto con le persone più sfortunate, e quindi crea con loro un legame molto particolare e positivo, e perchè rivolge il proprio lavoro anche alla comunità tutta in cui si opera", spiega Albergamo "non sono dei mostri, sono persone". 

Circa 200 tra pensionati, studenti e giovani si alternano in queste mansioni, e a loro si aggiungono i dipendenti di aziende sia locali che nazionali, come ad esempio UnipolSai, che abbracciano la causa di Antoniano e fanno svolgere attività di volontariato durante l'orario lavorativo ai loro dipendenti, definito "volontariato aziendale".

"Il volontariato, secondo noi, è un'ottima pratica che valorizza la cittadinanza attiva di tutti, per questo ci puntiamo molto", conclude.

Come fare

Si può chiamare il numero 051.3940263, oppure a scrivere all'indirizzo e-mail teresa.londino@antoniano.it.

Il volontario dell'Antoniano non viene mai lasciato solo: una volta contattata Teresa, l'operatrice del centro d'ascolto che si occupa dei volontari, viene indirizzato verso l'attività che piu' si addice ai suoi interessi, in accordo con le necessità dell'associazione, ed entra a far parte di un percorso di formazione, sempre guidato e aiutato dalla professionalità degli operatori sociali. "Tengo a precisare che il lavoro volontario non è sostitutivo di quello degli operatori professionali - sottolinea Albergamo - non si può fare a meno dell'uno o dell'altro: si lavora assieme".  (dire)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Lo sapevi che .... anche Bologna aveva un porto?

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento