Cronaca San Lazzaro di Savena

Violenze anziani, cittadini sotto shock: “Assurdo pensare che qui esistesse una casa degli orrori”

A San Lazzaro quasi nessuno sapeva dell’esistenza della casa famiglia il Fiore

Quasi nessuno, a San Lazzaro, era a conoscenza dell’esistenza della struttura Il Fiore. Quando ieri, poco dopo le 12, si è diffusa la notizia dei sigilli posti dai Nas di Bologna per i maltrattamenti e le vessazioni che gli anziani ospiti erano costretti a subire, i cittadini erano increduli.

San Lazzaro sotto shock

“Passo spesso per la Croara e non mi ero mai accorto che ci fosse una struttura simile. Sono sotto schock per quanto è emerso. E’ assurdo pensare che ci fosse una casa degli orrori ” ,  racconta la signora Emanuela. “E’ difficile credere che accadesse tutto ciò e nessuno se ne fosse mai accorto, eppure per la Croara passa tanta gente”, commenta il sanlazzarese Michele.

Tra incredulità e stupore, Mario, residente in via Jussi, spiega: “Se ne sentono tante ma questa è davvero orribile. Immaginare che un proprio familiare possa  vivere questa situazione fa venire i brividi”. E ancora: “Io, così come le persone con cui ho parlato, non sapevamo che era stata aperta una casa famiglia lì. Non è facile pensare tali maltrattamenti ai danni di persone anziane, meno male che sono intervenuti subito i carabinieri. Non c’è altro da commentare”.

Lunga, invece, la riflessione della signora Lucia: “Non oso immaginare quanta cattiveria e brutalità possano aver subito gli ospiti di quella casa famiglia, di cui quasi nessuno sapeva l’esistenza. Ho appreso la notizia al mattino, e pensare che qualcuno possa abusare delle proprie posizioni nei confronti di persone indifese genera rabbia e indignazione. Erano anziani che andavano protetti e accuditi, salvati solo grazie alle forze dell’ordine. Una notizia che mi ha lasciato sotto schok”.

Le intercettazioni shock

Così venivano maltrattati gli ospiti, parola agli investigatori

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Violenze anziani, cittadini sotto shock: “Assurdo pensare che qui esistesse una casa degli orrori”

BolognaToday è in caricamento