rotate-mobile
Martedì, 25 Giugno 2024
Cronaca San Lazzaro di Savena

Il nonnino che finge di abboccare e chiude il truffatore fuori dal balcone

Non si sarebbe mai aspettato di trovarsi a casa di un ex dipendente dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, che non ha creduto al controllo con “scossa nucleare” su contatore e cassaforte

QUI PER ISCRIVERSI AL CANALE WHATSAPP DI BOLOGNATODAY

Aveva lavorato all’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, così non ha creduto al controllo che prevedeva una “scossa nucleare” sul contatore dell’acqua e sulla cassaforte con l’uso di un telefonino.

Protagonista della sventata truffa, un uomo di 88 anni che ha letteralmente consegnato ai carabinieri del Nucleo Operativo Radiomobile della Compagnia di San Lazzaro di Savena, un 55enne italiano, residente in provincia di Torino, denunciato per tentata truffa aggravata in concorso.

Finge di abboccare

Ha citofonato e ha detto di dover fare una verifica sul contatore, così è riuscito a entrare nell'abitazione dell'anziano che vive con la moglie 80enne. Il sedicente tecnico però non si sarebbe mai aspettato di trovarsi a casa di un ex dipendente dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, che quindi non ha creduto al controllo che prevedeva una “scossa nucleare” sul contatore dell’acqua e sulla cassaforte tramite smartphone.

L'anziano ha quindi finto di aver abboccato, accompagnandolo a dare la scossa al contatore che si trova sul balcone. Prontamente lo ha chiuso fuori a chiave e ha telefonato al 112.

Due complici in strada

Ma non era finita. Il truffatore ha urlato per chiedere aiuto a due complici, un uomo e una donna tra i 40 e i 50 anni, che erano rimasti in strada e che sono entrati in casa dell’anziano che aveva lasciato la porta aperta. 

Hanno tentato di liberare il "compare", ma l’88enne e i suoi due vicini di casa, un 80enne e un 67enne, hanno sbarrato loro la strada. I due hanno strappato dalle mani dell’anziano un mazzo di chiavi, ma non sono riusciti a liberare l’amico e sono fuggiti.

All’arrivo dei Carabinieri, il 55enne, gravato da precedenti di polizia, è stato liberato e denunciato. L’88enne e la moglie sono stati visitati dai sanitari del 118 per escludere eventuali complicazioni fisiche. I due complici sono stati denunciati per tentata truffa aggravata in concorso e rapina impropria in concorso.

A Bologna 500 truffe da inizio anno

Da inizio 2024 le truffe denunciate sono state “oltre 500”, ha ricordato alcuni giorni fa il Questore Antonio Sbordone "almeno tre al giorno a danni di persone anziane. Un fenomeno che va necessariamente arginato cercando di intercettare gli anziani anche in luoghi di aggregazione come il supermercato appunto, le parrocchie e i centri sociali" sprona il Questore che ha partecipato a una campagna di sensibilizzazione. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il nonnino che finge di abboccare e chiude il truffatore fuori dal balcone

BolognaToday è in caricamento