Anzola, tossicodipendente in crisi di astinenza: "Mi faccio giustizia da solo" e tira fuori la pistola

E' uscito fuori di casa puntando l'arma verso i militari

In periodo di quarantena è difficile evidentemente anche reperire gli stupefacenti, tanto che oggi 17 marzo alle ore 12,30 circa, ad Anzola Emilia un tossicodipendente di 51 anni, in piena crisi di astinenza, ha telefonato alla Stazione dei Carabinieri minacciando di “farsi giustizia da solo” usando una pistola che era riuscito a procurarsi.

La pattuglia si è recata presso l’abitazione dell’uomo insieme ad un’auto in tinta civile della Sezione Operativa della Compagnia di Borgo Panigale. Alla vista dei Carabinieri il 51enne è uscito fuori di casa puntando l'arma verso i militari.

I Carabinieri della della Sezione Operativa in abiti civili sono però riusciti ad avvicinarlo di soppiatto, a disarmarlo e a immobilizzarlo. Una volta messo in sicurezza, si è deciso di far eseguire un Trattamento Sanitario Obbligatorio, viste le condizioni di incapacità di intendere e volere in cui versava il fermato. La pistola è risultata essere una riproduzione prova del tappo rosso.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, bollettino 24 novembre: +2.501, per la prima volta flessione sui contagi settimanali

  • Emilia-Romagna verso la zona gialla, Donini: "Aspettiamo una settimana"

  • Coronavirus Emilia-Romagna: il virus picchia duro, nell'imolese morto un 45enne

  • Martina stroncata dal covid a 21 anni: "La conoscevo da sempre... usiamo meno leggerezza d'ora in avanti nel parlare della malattia"

  • Nuova ordinanza regionale: confermate le misure, altre attività aperte nei prefestivi

  • Stato di crisi: "Non c'è mobilità, non ci sono i ristori": in autostrada i distributori chiudono

Torna su
BolognaToday è in caricamento