menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Demolitore abusivo scoperto ad Anzola, multe anche a proprietari auto

Denunciato il gestore della discarica. Documenti delle rottamazioni falsificati e diverse auto rubate ritrovate nell'area. Multe salate anche per gli ex proprietari

I Carabinieri del Nucleo Operativo Ecologico di Bologna hanno messo fine all'attività di un demolitore abusivo, che operava ad Anzola nell'Emilia, accertando anche l'inquinamento dell'area circostante.

Tutto è iniziato nella primavera dello scorso anno, con il sequestro di un’area di proprietà sia di privati che di un ente pubblico, adibita all’attività di autodemolizione e sulla quale risultavano depositati oltre 350 veicoli fuori uso, non bonificati.

Le indagini, oltre che sugli impatto ambientale dell'attività circostante, si è concentrata anche sulla situazione dei veicoli depositati nell'area sequestrata, ovvero le auto oggetto di demolizione.

Gli accertamenti ambientali hanno rivelato il superamento delle “concentrazioni soglia di contaminazione”, relative ad idrocarburi pesanti e metalli pesanti, con conseguente attivazione delle procedure amministrative adatte a stilare e realizzare un progetto di bonifica dei terreni.

Lo sguardo dei militari si è poi diretto verso il censimento dei veicoli insistenti sull’area. Alla fine 27 dei veicoli sono risultati rubati. Una quindicina di vetture inoltre, risultavano radiate dal PRA per esser esportate all’estero, anche se erano parcheggiate ancora sul territorio nazionale. Di qui, l'evidenza della falsità della relativa dichiarazione rilasciata dai rispettivi proprietari.

Alla fine delle operazioni i Carabinieri hanno denunciato alla Procura di Bologna il conduttore di quell’attività abusiva, sia per i reati ambientali, che per ricettazione. Altre 18 persone, tra italiani e stranieri, sono stati denunciate per falsità ideologia commessa da privato in atto pubblico. Infine, nei confronti dei numerosi proprietari dei veicoli rottamati abusivamente sono scattate multe per complessivi 385mila euro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento