Anzola: simulano una rapina per tenersi i soldi, nei guai due 'compari'

Il dipendente di un negozio aveva denunciato il furto di una busta con 5.200 euro, ma i Carabinieri hanno approfondito

I Carabinieri della Stazione di Anzola Emilia hanno denunciato un 50enne pistoiese e un 48enne bolognese, per simulazione di reato e appropriazione indebita.

Tutto è inziato quando la mattina del 25 gennaio scorso, il dipendente di un negozio di animali, un50enne pistoiese, riferiva di essere stato aggredito e rapinato di una busta da un motociclista. La vittima riferiva che all’interno c’erano 5.200 euro, pari all’incasso che aveva recuperato da altre filiali situate in Toscana e che, su disposizione dell’azienda di Anzola Emilia, doveva riportare in sede. 

I Carabinieri hanno così indagato e identificato il bolognese come presunto autore della rapina, ma hanno anche scoperto che i due erano "compari" e che avevano architettato la rapina per far fronte ai problemi finanziari. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il figlio di Vasco Rossi Lorenzo si è sposato: tutta la felicità in una foto

  • Cerca di fuggire dalla gazzella dei carabinieri con l'apecar: è ubriaco

  • Tre appartamenti all'asta in via Amendola: il bando Invimit scade il 20

  • Incidente in via del Gomito, morto ciclista di 25 anni

  • Il figlio di Vasco Rossi oggi dice "sì": matrimonio a Crespellano per Lorenzo Rossi Sturani

  • Precipita dal terzo piano di un albergo: ragazzino in gravi condizioni

Torna su
BolognaToday è in caricamento