rotate-mobile
Cronaca

Scuola, appalto servizi educativi: "Non riconosciuto il livello agli educatori, professionalità mortificata"

Le imprese che gestiscono i servizi educativi sulla disabilità nelle scuole bolognesi, in un appalto comunale, non stanno riconoscendo l'inquadramento contrattuale corretto ad una parte del personale neoassunto. La denuncia arriva da Fp Cgil

Le imprese che gestiscono i servizi educativi sulla disabilità nelle scuole bolognesi, in un appalto comunale, non stanno riconoscendo l'inquadramento contrattuale corretto ad una parte del personale neoassunto. La denuncia arriva da Fp Cgil, che ha appreso la situazione nel corso dell'ultima trattativa con Coop Quadrifoglio e Pianeta Azzurro. Nello specifico, spiega il sindacato, "la cooperative ci hanno comunicato di aver assunto con il livello D1 del contratto coop sociali il personale provvisto dei titoli specifici quali i corsi di laurea in Scienze dell'Educazione e della Formazione, e Medicina".

Situazione che striderebbe con il quadro generale, secondo Cgil, che rimarca: "La prassi sul nostro territorio, e soprattutto il contratto nazionale delle cooperative sociali, indicano con chiarezza che queste lavoratrici e lavoratori debbono essere inquadrati al livello superiore, il D2, che prevede una retribuzione giustamente maggiore (per un lavoratore a tempo pieno la differenza è di circa 80 euro). Le cooperative inseriscono i nominativi e magari utilizzano curriculum importanti nelle gare, ma non danno a questi lavoratori l'inquadramento che spetterebbe loro".

Prassi bollata dal sindacato come assai "grave, soprattutto in una città universitaria come Bologna dove questo appalto è il principale sbocco lavorativo per tanti neolaureati". Pertanto l'auspicio è "che le cooperative in questione rivedano al più presto la loro decisione, ma comunichiamo sin da ora che è nostra volontà batterci per il giusto riconoscimento del percorso di studi di decine di lavoratrici e lavoratori".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scuola, appalto servizi educativi: "Non riconosciuto il livello agli educatori, professionalità mortificata"

BolognaToday è in caricamento