Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca

Maltempo in Appennino, alberi caduti e nuovi blackout, Merola: 'Ora basta, Enel risponda'

La società ha fatto sapere di essere impegnata con circa 500 tecnici nelle aree colpite in tutta la regione. Intanto allerta meteo prorogata fino a giovedì: sotto osservazione le ondate di piena di Panaro e Reno

Situazione a Monte San Pietro

Un'altra nottata difficile per l'Appennino. A causa del forte vento di scirocco soffiato dopo le precipitazioni di ieri sono caduti molti alberi sui tralicci causando l'interruzione dell'energia elettrica per diverse ore in numerose aree dell'alto Appennino ma anche in alcune zone di Sasso Marconi e Pianoro. Colpiti da una seconda serie di blackout elettrici, dopo la nevicata fuori stagione -ma non troppo- di novembre, i sindaci dei Comuni, appoggiati anche da Virginio Merola in quanto sindaco metropolitano, puntano all'unisono il dito contro Enel.

"I sindaci appenninici sono stanchi di dover affrontare continue emergenze legate all'inadeguatezza della rete energetica rispetto agli eventi meteo e agli oramai ricorrenti black out, che generano allarme e sconforto in cittadini ed imprese. Chiediamo a gran voce un incontro con i vertici Enel per avere finalmente contezza degli investimenti che intendono mettere in campo per ovviare a così vistosi problemi. Alla Regione chiediamo, se necessario, gli adeguamenti normativi per favorire gli investimenti manutentivi. Deve essere chiaro a tutti i soggetti in campo che la situazione così è davvero insostenibile".

Anche l'ex sindaco di Pianoro -e presidente dell'Assemblea legislativa regionale- Simonetta Saliera, si scaglia contro Enel. "Nell'era del 4.0 è indecente che dopo l'ultima nevicata per tre giorni molte zone dell'Appennino sono rimaste senza luce, acqua e copertura telefonica a causa della mancata manutenzione alle reti di distribuzione, in particolare a quelle di Enel". Saliera cita l'esempio della Val di Zena, alle spalle di PIanoro, nel primissimo Appennino. "Ogni volta che manca cresce l'isolamento e la solitudine di chi vive in Appennino. Proprio come e' avvenuto da ieri sera anche nella Val di Zena, Comune di Pianoro, dove siamo stati senza luce da ieri sera, con danni e problemi specie per anziani e persone fragili". Inaccettabile, per la democratica anche che "si rimanga al telefono per 50 minuti per poi constatare che è caduta la linea".

Passate le piogge, ora sono i fiumi a fare paura. La situazione nel bolognese non desterebbe preoccupazione, ma la Protezione Civile ha emanato un'allerta per i fiumi Panaro e Reno per le prossime 48 ore, in particolare nelle Terre d'acqua, dove è previsto si sfoghino le piene di ieri.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maltempo in Appennino, alberi caduti e nuovi blackout, Merola: 'Ora basta, Enel risponda'

BolognaToday è in caricamento