Da Bologna a Fiesole attraverso la Via degli Dei: l'esperienza di 6 ipovedenti

Un trekking abbastanza duro per Mirella e Bruno, Massimo e Nadia, Dario e Luigina, partiti il 14 maggio  da Piazza Maggiore. A capeggiare il gruppo una guida ambientale escursionista

Da Bologna a Fiesole dopo aver percorso la Via degli Dei. Protagonisti sei persone ipovedenti che si sono messi in cammino per la Toscana, dopo essersi incontrati in Piazza Maggiore. 

Un trekking a dir poco duro per Mirella e Bruno, Massimo e Nadia, Dario e Luigina, partiti il 14 maggio  da Piazza Maggiore. A capeggiare il gruppo Stefano Fazzioli, GAE , guida ambientale escursionista dell’Emilia-Romagna, insieme a Dario Sorgato di Noisy Vision ONLUS che ha intrapreso quest’avventura grazie all’organizzazione di AppenninoSlow, il tour operator specializzato, coprogettista insieme all’associazione.

Il gruppo è arrivato ieri a Fiesole, ma è solo l’inizio, perché ora seguiranno altri due trekking  a settembre. Le iscrizioni sono aperte e le adesioni finora provengono per lo più da paesi del nord Europa , come Norvegia, Finlandia, Danimarca.

Per questo si cercano anche accompagnatori che, in forma volontaria, possano guidare nuove avventure. Per gli interessati contattare Appennino Slow scrivendo a info@appenninoslow.it o chiamando il numero 339 828 3383. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, bollettino 24 novembre: +2.501, per la prima volta flessione sui contagi settimanali

  • Il Covid fa la sua prima vittima fra i sanitari del S.Orsola: morto a 59 anni l'infermiere Sergio Bonazzi

  • Coronavirus Emilia-Romagna: il virus picchia duro, nell'imolese morto un 45enne

  • Siglata nuova ordinanza. Riaperture negozi, corsi e lezioni di ginnastica a scuola: ecco cosa cambia

  • Dati Covid confortanti: l'Emilia-Romagna verso la zona gialla (ma non subito)

  • Mangia la pizza e finisce in ospedale con un filo metallico nell'esofago: due denunce

Torna su
BolognaToday è in caricamento