menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Aria inquinata, il dossier di Legambiente: 'Città nello smog' Bologna si salva a metà

Il dossier 2018: Due Torri sotto i livelli per Pm10, ma sfora l'Ozono

Aria inquinata nelle città, ma Bologna se la cava meglio. E' quanto emerge dall'ultimo rapporto di Legambiente Mal'Aria 2019, che ha preso in rassegna i dati provenienti da 24 provincie.

L'area del bacino padano è quella con i risultati peggiori, con le città emiliane nei gradini più alti della classifica delle città più inquinate. "Sommando i giorni di mal’aria respirata dai cittadini dell’Emilia-Romagna nel corso del 2018 -ribadisce Legambiente in un comunicato- tra superamenti delle PM10 e dell’Ozono, la speciale classifica che esce fuori vede le città di Modena, Parma, Piacenza e Reggio Emilia, prime in questa drammatica lista con ben rispettivamente 117, 112, 112 e 111 giornate di inquinamento.

Se la cava meglio Bologna con 'sole' 56 giornate di aria inquinata, tra sforamenti di micropolveri (11 giornate sul limite europeo delle 35) e sforamenti per Ozono (56 sforamenti sui sul limite di 25).

“Come ribadiamo da anni – sottolinea Legambiente - non servono misure sporadiche, ma è urgente mettere in atto interventi strutturali e azioni ad hoc di livello nazionale, locale oltre che di bacino padano. Occorre una revisione totale della mobilità all’interno delle nostre città, dando priorità al trasporto pubblico ed alla mobilità condivisa e collettiva. Un primo passo per una riduzione del tasso di motorizzazione, verso un obiettivo di decarbonizzazione dei trasporti, sia di persone che di merci".

"Serve prosegue la nota- anche una strategia ad hoc per ripensare la mobilità casa-scuola degli studenti, togliendo fin da subito la deroga per l’accompagnamento dei figli a scuola. Assieme a questa operazione, è necessario mettere in campo un intervento deciso di riqualificazione energetica dell’obsoleto patrimonio edilizio delle nostre città. Due strategie che devono diventare prioritari, non solo per migliorare l’aria che respiriamo ma anche per rispettare gli accordi di Parigi sul cambiamento climatico, e contenere l’innalzamento della temperatura entro il grado e mezzo”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Casalecchio: aperto il nuovo ristorante McDonald’s 

Salute

Più sedentari causa smartworking e Dad. La personal trainer "L'esercizio fisico è un 'farmaco', può previene malattie croniche"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento