Rapina una donna e viene denunciato: esce dalla Caserma e ci riprova

Sotto la minaccia di un cutter, aveva rapinato della collanina una donna. Rintracciato dai carabinieri, è stato denunciato, ma appena uscito dalla caserma, ha tentato di derubare un'altra persona

I Carabinieri lo denunciano per rapina aggravata e lui, nemmeno il tempo di uscire dalla caserma, ci ha riprovato. Così è finito in arresto un 40enne italiano.

E' successo ieri pomeriggio. I Carabinieri della Stazione Bologna Bertalia che si trovavano in caserma hanno sentito le grida di aiuto di una donna che si era avvicinata al cancello d’ingresso che si affaccia in via Agucchi. Raggiunta dai militari, la donna, italiana di 61 anni, ha riferito che, mentre si trovava sotto la pensilina della fermata dell’autobus di fronte alla caserma, era stata minacciata da un uomo seduto sulla panchina, il quale, apparentemente disarmato, le aveva detto: “Signora, se mi dà il portafogli, non succede niente”.
La donna, benché terrorizzata per la propria incolumità, invece di dargli il portafogli si è diretta velocemente verso la caserma per chiedere aiuto. Pochi istanti dopo, i Carabinieri hanno raggiunto il malvivente e lo hanno arrestato, scoprendo così che era proprio il 40enne appena uscito da quella stessa caserma con una denuncia. 

Solo qualche ora prima, infatti, il 40enne era stato fermato da una pattuglia in via Alfredo Oriani, poiché era stata segnalata la presenza di un “tipo sospetto” nelle vicinanze di una farmacia. A seguito del controllo, l’uomo era stato trovato in possesso di un taglierino e un ciondolo in argento a forma di goccia. I successivi accertamenti hanno permesso di rilevare che il ciondolo faceva parte di una collana che l’uomo aveva poco prima venduto a un “Compro Oro”  nelle vicinanze e che la collana era stata rubata il giorno precedente durante una rapina in via della Rampa. Nella circostanza una 57enne italiana si trovava in auto, ferma in un parcheggio, quando l’uomo, minacciandola con il taglierino, l’aveva costretta a consegnargli la collana, dopodiché si era dato alla fuga.
Su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, il 40enne, gravato da precedenti di polizia per reati contro il patrimonio, è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Bologna.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: fermato treno a San Ruffillo. Era un falso allarme

  • Coronavirus, sotto osservazione due persone in Emilia: le analisi al Sant'Orsola

  • Coronavirus: in Emilia Romagna chiuse scuole, asili e luoghi di cultura. Stop a eventi e manifestazioni

  • Coronavirus: 19 contagi in Regione, un caso anche a Modena. Migliaia di tamponi effettuati, attivo numero verde

  • Coronavirus : l'Università di Bologna sospende lezioni, esami e lauree

  • Coronavirus in Emilia-Romagna, 7 nuovi casi: "Tutti riconducibili al focolaio lombardo"

Torna su
BolognaToday è in caricamento