Giovedì, 24 Giugno 2021
Cronaca Centro Storico / Via San Vitale

Aggredisce coppia in via S.Vitale, minaccia baristi e colpisce agenti: tutto in una notte

In fasi successive, un 37enne ha aggredito una coppia, minacciato delle persone in due bar differenti e poi aggredito i Carabinieri che intervenivano per la terza volta in poche ore

I Carabinieri hanno arrestato un 37enne di origine marocchina, domiciliato a Castelbellino (Ancona), per minaccia e resistenza a pubblico ufficiale e possesso ingiustificato di strumenti atti ad offendere. E’ stato identificato domenica notte durante un intervento iniziato con la richiesta di aiuto di una coppia che riferiva di essere stata aggredita in via San Vitale da un uomo di etnia magrebina, successivamente allontanatosi. Ma per lui serata e guai non finiscono qui.

MINACCE AL BAR: "VI AMMAZZO TUTTI". Più tardi la Centrale Operativa del 112 ha ricevuto la telefonata di un cittadino che riferiva di uno straniero ubriaco che stava infastidendo i clienti di un bar situato all’angolo con Largo Respighi.Vi ammazzo tutti, perché non provate a buttarmi fuori, io non ho paura di voi” è quanto il 37enne ha riferito ai militari vedendoli arrivare.

ALTRO BAR, STESSO ATTEGGIAMENTO. Invitato ad allontanarsi dal locale, il marocchino si è andato a sedere al tavolino di un altro bar situato nelle vicinanze e dopo alcuni minuti ha replicato quello che aveva appena fatto. Così, l’equipaggio dei Carabinieri, costretto a tornare sul posto, è stato accolto con altrettante minacce: “Sbirri di m…a, siete ancora qui! Siete in quattro ma io vi ammazzo tutti! Vi tengo in pugno”.

L'AGGRESSIONE CONTRO I CARABINIERI, POI LE MANETTE. Questa volta, però, il malvivente alle parole ha fatto seguire l’azione, scagliandosi così contro i militari che ha cercato di colpirli con calci e pugni, ma è stato immediatamente immobilizzato e messo nelle condizioni di non nuocere più ad alcuno, cosa che avrebbe potuto fare con un coltello a serramanico che aveva in tasca e che gli è stato immediatamente sequestrato. Trascorsa la notte in camera di sicurezza, il marocchino è stato accompagnato ieri mattina in Tribunale. Ad arresto convalidato, il processo è stato rimandato per la richiesta dei termini a difesa e l’arrestato, gravato da precedenti di polizia per reati contro la persona, è stato rimesso in libertà. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aggredisce coppia in via S.Vitale, minaccia baristi e colpisce agenti: tutto in una notte

BolognaToday è in caricamento