menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Dopo un anno di violenze sessuali allieva 13enne denuncia l'ex-insegnante: arrestato

L'uomo, insegnante in pensione di 78 anni, accoglieva la ragazzina nel suo appartamento per le ripetizioni: dopo la denuncia della piccola si trova agli arresti domiciliari

Un ex insegnante di 78 anni in pensione è agli arresti domiciliari per il reato di violenza sessuale aggravata nei confronti di una ragazzina di soli 13 anni che era sua allieva per le lezioni private a casa. Dopo un anno di ripetizioni durante le quali l'uomo aveva iniziato a molestarla e a palpeggiarla arrivando poi a costringerla a rapporti sessuali completi, la piccola ha avuto il coraggio di raccontare tutto facendo scattare la denuncia. 

"Nei giorni scorsi la Squadra Mobile, nell’ambito dell’attività coordinata della dalla Procura della Repubblica di Bologna, nella persona del Sostituto Procuratore dott. Massimiliano Rossi, ha eseguito la misura cautelare emessa dal Giudice per le indagini preliminari di Bologna, nella persona del dott. Petragnani Gelosi, nei confronti dell'uomo che si è reso responsabile di plurimi episodi di violenza sessuale aggravata nei confronti di una ragazzina tredicenne" fanno sapere dagli uffici della Polizia di Stato. 

Si era guadagnato la fiducia dei genitori: poi le violenze

L’uomo, insegnante in pensione, residente in zona San Donato, a partire dai primi mesi del 2019 aveva iniziato a dare ripetizioni alla ragazzina, guadagnandosi la fiducia della famiglia.  Col passare del tempo, durante gli incontri di studio che si svolgevano presso l’abitazione dell’uomo, lo stesso iniziava a manifestare delle attenzioni particolari nei confronti della discente, che sottoponeva dapprima a palpeggiamenti, fino all’espletamento di atti sessuali completi.

La ragazzina, a distanza di oltre un anno dall’inizio di tali abusi, è riuscita a vincere le proprie paure e ha confidato l’accaduto al padre e ad una insegnante. Immediata la denuncia alle autorità e le successive indagini coordinate dal Sostituto Procuratore dott. Massimiliano Rossi e svolte dalla locale Squadra Mobile – sezione reati contro la persona, che hanno consentito di accertare e ricostruire i ripetuti episodi di violenza sessuale commessi dall’indagato ai danni della minore e hanno condotto alla richiesta della misura degli arresti domiciliari a carico dello stesso, eseguita in data 11 marzo 2021.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Lo sapevi che .... anche Bologna aveva un porto?

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento