Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca Viale Giovanni Amendola

Atti osceni, droga e ubriachi alla guida: il bilancio di un controllo di routine sul territorio

Chi urina per strada, chi sfreccia per le strade a zig zag in preda ai fumi dell'alcol. Ancora spacciatori e automobilisti al volante senza aver mai conseguito la patente. Il risultato di un controllo di routine: 5 denunce e un arresto

Esibizionisti, droga e automobilisti indisciplinati alla guida: cinque sono state le persone denunciate, una è stata tratta in arresto. E' il bilancio di un ordinario servizio di controllo del territorio eseguito nel pomeriggio di ieri dai Carabinieri della Compagnia Bologna Centro, unitamente agli uomini dell’Arma del 5° Reggimento “Emilia Romagna”.

Un 23enne rumeno, residente a Bologna, dovrà rispondere di atti contrari alla pubblica decenza perché è stato visto mentre urinava davanti agli occhi dei passanti. Un 36enne egiziano, residente a Bologna, è stato fermato mentre si trovava alla guida di uno scooter senza la patente di guida perché mai conseguita. Un 37enne senegalese, senza fissa dimora, è stato sorpreso mentre cedeva un involucro contenente 0.45 grammi di marijuana, in cambio di 5 euro, a un 23enne moldavo residente a Bologna. Il senegalese è stato denunciato per spaccio di sostanze stupefacenti, mentre l’acquirente è stato segnalato alla Prefettura per uso di sostanze stupefacenti.

Ancora, un metalmeccanico 48enne e un ingegnere 31enne, entrambi residenti a Bologna, sono stati denunciati ieri sera per guida in stato di ebbrezza alcolica dai Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Bologna durante i consueti controlli alla circolazione stradale eseguiti tra via Murri e via Don Minzoni.

Stanotte, i Carabinieri della Stazione di Crevalcore, durante un posto di controllo in via Amendola hanno visto una Volkswagen Golf sopraggiungere ad alta velocità e con un’andatura a zig zag. Il conducente è stato invitato a rallentare e a fermarsi in una piazzola ai margini della carreggiata. Alla richiesta di esibire i documenti di circolazione, l’uomo, 31enne marocchino, residente a Ravarino, ha aperto lo sportello dell’auto, da cui proveniva un forte odore di alcool per la presenza di numerose bottiglie di birra vuote sparse per l’abitacolo, ed è uscito fuori barcollando. I Carabinieri lo hanno sorretto e accompagnato presso l’Ospedale di San Giovanni in Persiceto per esser sottoposto a un prelievo del sangue finalizzato alla ricerca di sostanze alcoliche e stupefacenti. Durante il rientro, il marocchino, rifiutando di essere denunciato per guida in stato di ebbrezza e privato della patente di guida ha aggredito i Carabinieri con pugni e morsi, procurandogli delle lesioni guaribili in giorni 2 e 12. Conseguentemente, il 31enne, gravato da precedenti di polizia, è stato arrestato per resistenza a pubblico ufficiale.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Atti osceni, droga e ubriachi alla guida: il bilancio di un controllo di routine sul territorio

BolognaToday è in caricamento