Scontri in piazza Verdi, domiciliari per esponente CUA: non ha rispettato divieto di dimora

La Digos ha dato esecuzione all'ordinanza del GIP che ha disposto l'applicazione dei domiciliari nei confronti di un 26enne esponente del CUA originario di Palermo

Maggio caldo in Piazza Verdi quello del 2013 per gli scontri fra manifestanti e forze dell'ordine. La Digos della Questura di Bologna ha dato esecuzione all'ordinanza del GIP del Tribunale di Bologna che ha disposto l'applicazione della misura cautelare degli arresti domiciliari nei confronti di un 26enne esponente del CUA originario di Palermo.

Gli arresti domiciliari sono scattati per il reato di inosservanza del divieto di dimora nel comune di Bologna emessa per reati perpretati nel corso degli scontri avvenuti in Piazza Verdi il 23 e il 27 maggio 2013. L'Aggravamento della misura fa seguito alla segnalazione trasmessa dalla Digos alla Procura della Repubblica per la violazione della citata misura in data 13 ottobre 2014.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm, le misure in arrivo e le regioni a rischio maggiore (Emilia Romagna tra queste)

  • Nuovo Dpcm: colori regioni e nuovi criteri, Emilia Romagna a rischio zona rossa?

  • Red Ronnie contro la serie su San Patrignano: "Solo aspetti negativi, ma molti sono ancora vivi grazie a Muccioli"

  • Schivata la zona rossa, l'Emilia Romagna resta arancione

  • Nuovo Dpcm, seconde case e nuove regole: tutte le risposte

  • Dpcm e zona arancione, fioccano multe per violazione del coprifuoco e uscita dai comuni di residenza

Torna su
BolognaToday è in caricamento