Spaccio, agenti in borghese arrestano quattro pusher in zona universitaria

L'operazione della Squadra mobile fa parte del nuovo "controllo dinamico" in piazza Verdi e in tutta la zona universitaria, deciso dal comitato per l'ordine e la sicurezza

foto archivio

Quattro arresti e una denuncia per detenzione ai fini di spaccio: questo l'esito di un'attività di controllo in zona universitaria svolta nel pomeriggio e nella serata di giovedì dagli agenti in borghese della Squadra mobile di Bologna. I cinque pusher sono, nel dettaglio, due gambiani, un senegalese, un tunisino e un liberiano, tutti irregolari sul territorio e con precedenti specifici.

Il primo ad essere arrestato è stato il tunisino, un 37enne, sorpreso in piazza Aldrovandi mentre cedeva un grammo di hashish a un 30enne italiano. Addosso il pusher aveva altri tre grammi della stessa sostanza, motivo per cui è stato arrestato e sottoposto ieri, al termine del processo per direttissima, al divieto di dimora.

Dopo di lui è toccato a un 32enne gambiano, preso mentre vendeva cinque grammi di marijuana in via Marsala. Gli agenti, che lo tenevano d'occhio, hanno anche trovato, un po' addosso a lui e un po' all'interno di un'auto, altri 25 grammi di marijuana e 90 euro. Anche per lui è stato disposto il divieto di dimora.

Il terzo arrestato è un 45enne senegalese, controllato in via Zamboni e trovato in possesso di cinque grammi di marijuana e 50 euro, e sottoposto, come gli altri due, al divieto di dimora.

È stato invece disposto l'obbligo di firma nei confronti di un 22enne gambiano, notato in piazza Verdi mentre avvicinava diverse persone e poi controllato. Addosso i poliziotti gli hanno trovato 11 grammi di marijuana, nascosti in una sorta di marsupio ricavato all'interno dei jeans, due bustine contenenti circa tre grammi di marijuana e hashish e altri tre grammi di hashish.

L'operazione fa parte del nuovo "controllo dinamico" in piazza Verdi e in tutta la zona universitaria, deciso dal comitato per l'ordine e la sicurezza, su input dell'assessore Alberto Aitini, che prevede appunto l'azione di agenti in borghese per contrastare lo spaccio e il consumo di droghe.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mezza Italia (Emilia Romagna compresa) verso il 'giallo'. Bonaccini: "Per Natale soluzioni che evitino il tana libera tutti"

  • Divieto spostamenti Natale, Bonaccini: "Rischia di isolare chi vive in un piccolo comune"

  • Offerte lavoro Bologna fisso mensile

  • Covid, a Natale tutte le regioni in zona gialla? Bonaccini: "Aprire anche bar e ristoranti"

  • Dad e rendimento scolastico, il prof del Fermi: "E' dura, ma i vincenti trovano la via e non le scuse"

  • Ozzano, incendio in un appartamento: morta una donna

Torna su
BolognaToday è in caricamento