Cronaca Centro Storico / Via Irnerio

Via Zamboni, pusher arrestato due volte in poche ore

Un 21enne fermato e arrestato in prima battuta nella zona universitaria, ricompare durante un servizio antidroga in montagnola a sole tre ore dal rilascio

Un giovane 'pusher' è stato arrestato due volte nell’arco di poche ore. La prima volta, il giovane, cittadino tunisino di 21 anni, è finito in manette in via Zamboni per aver tentato di vendere hashish ai Carabinieri che non indossando la divisa aveva scambiato per potenziali clienti in cerca di droga.

Su disposizione del Pubblico Ministero è stato rimesso in libertà ai termini di legge. Il giovane, una volta uscito dalla camera di sicurezza, è tornato a spacciare ma cambiando destinazione e finendo al Parco della Montagnola, in compagnia di un connazionale. Dopo sole tre ore dalla liberazione è stato nuovamente arrestato da altri Carabinieri, sempre in borghese e sempre nell'ambito della stessa operazione.

Nel complesso i Carabinieri della Compagnia Bologna Centro hanno arrestato cinque spacciatori di sostanze stupefacenti durante un servizio antidroga in abiti civili, eseguito tra Piazza Giuseppe Verdi, il Parco della Montagnola e il Quartiere Navile. Gli arrestati sono due cittadini tunisini, due cittadini gambiani e un cittadino marocchino, di età compresa tra i 21 e 33 anni, tutti senza fissa dimora e con precedenti di polizia.

Il servizio si è concluso con il sequestro di numerosi dosi di cocaina, marijuana e hashish, nonché diverse centinaia di euro sequestrate agli stessi spacciatori che in attesa dell’udienza di convalida dell’arresto, prevista per la mattina odierna, sono stati rinchiusi nelle camere di sicurezza delle caserme dell’Arma di Bologna Borgo Panigale, San Lazzaro di Savena e San Giovanni in Persiceto.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via Zamboni, pusher arrestato due volte in poche ore

BolognaToday è in caricamento