rotate-mobile
Furti e taccheggi / Bolognina / Via Sebastiano Serlio

Carabinieri al Lidl di via Serlio: arrestato un ladro seriale che cercava di fuggire con la refurtiva

Fermarlo non è stato facile perché il 21enne è diventato violento. All'arrivo della pattuglia sono scattate le manette: addosso aveva anche della droga

Un po' di caos ieri a Bologna, nei pressi di un supermercato scelto da un ladro seriale per fare un po' di shopping a costo zero. Ladro che i Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Bologna hanno arrestato: si tratta di un 21enne tunisino, nullafacente, senza fissa dimora e pregiudicato ammanettato per rapina impropria e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Il giovane, dopo aver messo a segno il colpo all’interno del supermercato Lidl di via Serlio, si è dato frettolosamente alla fuga in strada senza pagare la merce.

La circostanza non è passata inosservata al personale di vigilanza che lo stava già attentamente osservando durante tutta la sua permanenza sospetta tra le corsie. Lo straniero, una volta oltrepassata la barriera della cassa e quella anti taccheggio, è stato fermato da un addetto alla vigilanza, che aveva notato il pagamento di un solo yogurt. L’uomo, resosi conto di essere stato scoperto poiché sorpreso con alcuni capi di abbigliamento e di generi alimentari occultati all’interno di una busta di plastica che teneva tra le mani, si è dileguato frettolosamente in direzione dell’uscita del supermercato con tutta la refurtiva. Subito raggiunto e fermato dall’addetto alla vigilanza con il quale è nata una prima colluttazione, seguita da una seconda, ancora più violenta ed energica nell’area del parcheggio all’esterno del supermercato.

Aveva rubato oltre 150 euro di merce: per fermarlo ci sono volute tre persone

Il ladro è stato fermato, con non poca difficoltà, grazie anche all’aiuto di due dipendenti del supermercato, uno dei quali, una volta raggiunto il ladro, veniva colpito ripetutamente con delle gomitate. Nell’attesa dell’arrivo dei Carabinieri, allertati tramite telefonata al 112, i due dipendenti hanno constatato che lo straniero aveva indossato due felpe ed un pantalone della tuta, asportatati poco prima e con ancora le relative etichette. L’ammontare complessivo della refurtiva è pari a 152,00 euro, non più rivendibile.

L'arresto del 21enne, che avrà domani il processo per direttissima

I Carabinieri, su attivazione della Centrale Operativa di Bologna, si sono recati tempestivamente  sul posto e, durante le operazioni di verifica della merce sottratta, hanno notato che lo straniero cercava di disfarsi di due involucri termosaldati di sostanza stupefacente del tipo “cocaina”. Ne veniva rinvenuta dell’altra durante le operazioni di perquisizione, occultata all’interno della giacca del 21enne. Su disposizione della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Bologna, il tunisino è stato trattenuto in camera di sicurezza, in attesa dell’udienza di convalida dell’arresto e del contestuale processo con rito direttissimo previsto per la mattinata di domani.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carabinieri al Lidl di via Serlio: arrestato un ladro seriale che cercava di fuggire con la refurtiva

BolognaToday è in caricamento