Martedì, 27 Luglio 2021
Cronaca

Maltrattamenti in famiglia: arrestato dopo anni di abusi, ha reagito anche agli agenti

Manette e denuncia anche di resistenza a pubblico ufficiale per l'uomo che per anni l'ha maltrattata. Ultima corsa in ospedale, poi l'ennesimo atto ossessivo, hanno convinto la vittima a parlare

Un copione già letto e una storia di stalking e violenza che forse si è conclusa definitivamente con l'arresto dell'ex compagno della vittima. Lo scorso 23 settembre infatti, come comunica in conferenza stampa la Questura di Bologna, sono scattate le manette nei confronti di un uomo italiano (carpentiere di origini campane) per atti persecutori nel confronti della ex-fidanzata polacca.

DOPO ANNI DI VIOLENZE E UNA DENUNCIA PER PERCOSSE, L'ARRESTO DELL'EX COMPAGNO. La vittima, che per anni ha subito violenze e che solo qualche giorno fa si era recata in ospedale per percosse (vedendosi riconosciuti 5 giorni di prognosi), esasperata ha chiamato la Polizia mentre l'uomo si era attaccato al citofono di casa in stato di ebbrezza.

All'arrivo degli agenti ha opposto resistenza guadagnandosi anche un'accusa di resistenza a pubblico ufficiale: "Un tipico atteggiamento omertoso da parte della donna - spiegano in Questura - che però a un certo punto ha deciso di reagire. Fortunatamente siamo riusciti a vincere la sua diffidenza".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maltrattamenti in famiglia: arrestato dopo anni di abusi, ha reagito anche agli agenti

BolognaToday è in caricamento