Ricercato Usa: confermato l'arresto di Miguel Torres, ora si attente l'estradizione

Convalidati l'arresto urgente e la custodia cautelare in carcere per Miguel Torres, 42 anni, ricercato negli Stati Uniti per l'omicidio della moglie. Si attende il procedimento per l'estradizione

La Corte d'Appello di Bologna ha convalidato l'arresto urgente e disposto la custodia cautelare in carcere per l'uomo che si ritiene essere Miguel Torres, 42 anni, ricercato da otto anni negli Usa per l'omicidio della moglie e arrestato venerdì in zona San Mamolo, dove era diventato uomo di fiducia per una famiglia facoltosa, sotto falsa identità: quella di René Rondon, dominicano di 38 anni. Generalità che in aula sono state confermata dallo stesso arrestato, assistito dall'avvocato Alessandro Circeo.

ESTRADIZIONE. Torres è accusato di avere ucciso la moglie Barbara, a Reading in Pennsylvania, il 12 settembre 2005. Il giudice Marinella De Simone ha valutato sussistente il pericolo di fuga. La decisione è stata presa in attesa del procedimento per l'estradizione e ci sono 40 giorni di tempo perché arrivino i documenti che la richiedono, per ora solo preannunciati, poi la Corte D'Appello ha un anno per la sentenza. Nel procedimento sarà probabilmente approfondita dalla difesa una questione, che riguarda la pena che rischia l'uomo e la conseguenze valutazione sull'estradizione: nel mandato di cattura si farebbe riferimento infatti all'ergastolo come pena per l'omicidio premeditato. In Pennsylvania però è in vigore la pena di morte, anche se non è applicata dal 1999.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo, previsioni per il fine settimana: tornano pioggia e neve

  • Sardine, il 19 gennaio 6 ore di musica e riflessioni: ecco chi salirà sul palco di Piazza VIII agosto

  • Vuole offrire da bere agli 'amici': invece di ringraziarlo lo aggrediscono e lo rapinano

  • Incidente a Budrio: un morto e un ferito sulla Trasversale di Pianura

  • Incidente a Sasso: scontro camion-corriera, passeggeri bloccati vicino il bordo della rupe

  • Rapina la banca, poi confessa davanti al Giudice: “Mio figlio malato, la paga da operaio non basta”

Torna su
BolognaToday è in caricamento