Nidi e asili potenziati, stop dei sindacati al piano del comune: "Rischio esternalizzazione"

Il nodo soprattutto nel pre e post scuola. L'organico aumentato per fare fronte alle norme anticovid

Comune di Bologna aumenta sì il personale in vista della riapertura di nidi e scuole dell'infanzia, ma ricorrendo (in particolare per le materne) alle cooperative: scatta allora l'altolà dei sindacati, che parlano di esternalizzazione di una parte dei servizi e si preparano a contrastare la mossa annunciata nell'incontro che si è svolto con l'amministrazione.

Il Comune, riferisce Gladys Ghini della Fp-Cgil, "pensa di potenziare i servizi della scuola dell'infanzia, per quello che riguarda il pre e post scuola, quindi dalle 7,30 alle 8,30 e dalle 16,30 alle 18, attraverso gli appalti e quindi con personale delle cooperative".

Al tavolo, la Fp ha già fatto sapere di "non gradire questo tipo di scelta e quindi abbiamo chiesto che venga rivista", continua la delegata: "L'utilizzo dell'appalto non può essere convincente per noi, perché crediamo nel valore pubblico. Senza nulla togliere ai lavoratori delle coop, che sono professionisti come lo sono i dipendenti del Comune, ma è una modalità non in linea con il percorso sui servizi educativi e scolastici che il Comune ha sempre adottato, vale a dire la gestione diretta".

Per la Fp, il Comune ha perso l'occasione di un confronto preventivo "perché magari il contributo dei lavoratori e delle lavoratrici avrebbe potuto portare a suggerimenti interessanti anche per l'amministrazione", aggiunge Ghini.

Poi c'è il tema dei protocolli per il contenimento del rischio coronavirus: "Ci sono stati illustrati senza la presentazione dei testi, ma è anche vero- continua Ghini- che il direttore generale ha affermato che quello di oggi era solo un primo incontro, quindi ci rivedremo per affrontare i punti più specifici sollevati oggi".

Nel frattempo, "informeremo i lavoratori visto che non sanno ancora nulla", riferisce Ghini, confermando l'assemblea che la Fp-Cgil (insieme alla Uil) ha in cantiere per giovedì. "Dopodiché vedremo come affrontare la situazione", aggiunge la delegata: "Intanto incontriamo i lavoratori e poi decideremo insieme a loro, come sempre".

L'amministrazione "ha fatto una proposta, soprattutto per le scuole dell'infanzia, che prevede l'uso di personale delle coop per la gestione del pre e del post scuola. Per noi- dichiara Vilma Fabbiani dell'Sgb- è una privatizzazione di un pezzo del servizio, per loro è solo un aumento di ore per personale che già lavora nelle scuole per il sostegno ai disabili".

Ad ogni modo, "abbiamo risposto che è una proposta inaccettabile", mette in chiaro la rappresentante dell'Sgb: "Noi chiediamo il potenziamento, oltre che delle strutture educative e scolastiche pubbliche, anche del personale e cioè insegnanti, educatori e collaboratori attraverso assunzioni a tempo indeterminato e stabilizzazione dei precari".

Solo questo "permetterebbe di ridurre il numero bambini per aula nelle scuole d'infanzia, altrimenti devono spiegarci come si applica il distanziamento- continua Fabbiani- e di ridurre il rapporto adulto-bambini nei nidi". Inoltre, "c'è un problema di salario per i collaboratori- afferma Fabbiani- perché terminando alle 16,30 per loro il servizio non dura più dieci ma nove ore, con perdita dell'indennità di turno".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'Sgb, intanto, un'assemblea l'ha svolta già stamattina "e i lavoratori hanno detto no- riferisce Fabbiani- a qualsiasi soluzione che proponesse una privatizzazione o comunque un affidamento di parte dei servizi alle coop". E dunque: "Di certo non staremo con le mani in mano, ma dobbiamo ancora decidere le mobilitazioni", dice Fabbiani. (Pam/ Dire)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, tre ragazzi positivi nei licei di Bologna: controlli su 90 tra studenti e professori

  • Maltempo a Bologna e provincia: persone intrappolate dall'acqua, allagato anche l'asse attrezzato

  • Dove mangiare pesce a Bologna: 4 imperdibili ristoranti

  • Scuola, altri due casi di Covid al Fermi e alle Guido Reni

  • Aggressione in casa: tenta violenza sessuale, lei scappa in strada

  • Due locali di Bologna tra le '20 Migliori Pizze in Viaggio in Italia'

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BolognaToday è in caricamento