menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Esalazione all'asilo, spruzzato per errore spray urticante: denunciata una maestra

Rintracciata dai Carabinieri e denunciata per procurato allarme e porto di oggetti atti a offendere, ma la versione non convince

Sarebbe stata una maestra a spruzzare per errore lo spray al peperoncino all'interno delle scuole d'infanzia Molino Tamburi, all'interno dei giardini Margherita. 

Ieri bimbi e maestri erano stati fatti evacuare intorno a mezzogiorno, quando tutti hanno iniziato a tossire, rendendo necessario l'abbandono dei locali. Alcuni testimoni avrebbero raccontato di un odore acre uscire dalla sala al pianterreno dell'edificio.

Quattro insegnanti sono rimaste leggermente intossicate. Da quanto si apprende, la maestra in questione, presa dal panico si sarebbe allontanata, poi rintracciata dai Carabinieri e denunciata per procurato allarme e porto di oggetti atti a offendere. 

L'Amministrazione comunale dal canto suo ha richiesto l’avvio di un procedimento disciplinare nei confronti dell'insegnante, che già da oggi non è più in servizio presso la scuola né in altra scuola comunale. 

Secondo i militari la maestra non avrebbe "fornito un quadro completo e veritiero di come sono andate le cose", non sono dunque convinti della versione dei fatti fornita, che a quanto si apprende avrebbe detto di aver infilato una mano nella borsa e di aver fatto partire per errore uno spruzzo. "Invece di restare sul posto per tranquillizzare i bambini, si è allontanata frettolosamente, sminuendo i sintomi in corso e cercando di tranquillizzare i presenti dicendo che non era successo nulla di grave" - continuano i Carabinieri che parlano di comportamento "equivoco", che unito "alla notizia che la donna aveva la tendenza a portarsi appresso una bomboletta di spray al peperoncino" li ha insospettiti. Più plausibile l'ipotesi della "fuga causata da un attacco di panico dovuto a un'accensione verosimilmente accidentale dell'oggetto". 

I militari hanno cercato la maestra a casa, ma nell'abitazione c'era solo un parente, che ha aperto loro la porta. Lì hanno trovato, su un tavolo, un'altra bomboletta di spray urticante, sequestrata, e solo in tarda serata sono riusciti a contattare la donna, che pur "facendo intendere che qualcosa era successo" non ha fornito, secondo loro, "un quadro completo e veritiero di come sono andate le cose".

Subito sul posto ieri, mentre lo stabile veniva evacuato sono arrivati i Vigili del fuoco, la Polizia locale e i Carabinieri del nucleo Radiomobile di Bologna.

In tutto sono state fatte uscire una sessantina tra bimbi e adulti, mentre i genitori sono stati avvertiti e sono andati a prendere i piccoli in anticipo.

Nel tardo pomeriggio il Comune aveva fatto sapere che le scuole, dopo "una pulizia straordinaria", saranno riaperte domani e regolarmente funzionanti. Sul posto hanno fatto una ispezione sia la Ausl che i manutentori del Comune.

Spray al peperoncino: quando è legale 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento