menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Presi dopo assalto esplosivo al Bancomat: domani l'udienza di convalida

L'avvocato che difende tre degli arrestati, Gabriele Bordoni, anticipa: "Chiederò gli arresti domiciliari"

Avrà luogo domani davanti al Gip l'udienza di convalida degli arresti per il gruppo di persone accusato di aver fatto saltare un bancomat nel comune ferrarese di Terre del Reno, poi riparati a Trebbo ma qui bloccati dai carabinieri con la refurtiva, ben 34mila euro in contanti.

Tre componenti del gruppo, tutti tra i 30 e i 32 anni, cittadini italiani, sono difesi dall'avvocato Gabriele Bordoni, che pur non minimizzando il gesto commenta come i suoi assistiti siano "tutti ragazzi che hanno famiglia, lavoratori e incensurati" e che da quello che è emerso si può parlare di "un atto quasi improvvisato, con una certa maldestrìa". Bordoni, del pari, preannuncia la richiesta di arresti domiciliari.

I fatti contestati al gruppo risalgono alla notte tra venerdì e sabato scorsi. I Carabinieri di Bologna vennero informati dai colleghi ferraresi del furto consumato. Le pattuglie peraltro erano già disposte sul territorio, per i controlli anticovid. 

Il gruppo è quindi stato intercettato quando è rientrato nella provincia bolognese e seguito, fino alla cattura, avvenuta in una palazzina di Trebbo di Reno. Qui oltre ai contanti, i militari trovarono anche 2 kg di esplosivo, tre marmotte, e altro materiale legato al colpo. Immediato l'arresto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento