Lunedì, 15 Luglio 2024
Cronaca

Megatruffa da 2 mln di euro: nel mirino RC Auto. Avvocati e medici a tirare le fila

Finti certificati, avvocati che tutelavano contemporaneamente parti opposte nei contenziosi, gente che accumulava fino ad un incidente ogni bimestre. Così è venuta alla luce un'organizzazione truffaldina ben collaudata, dopo un'attività investigativa svolta dalla Eagle Keeper di Bologna

Avvocati e periti assicurativi implicati in una megatruffa da oltre 2milioni di euro ai danni delle assicurazioni RC auto, in Toscana. Per un totale di circa un centinaio i finti 100 sinistri esaminati dai carabinieri. E' il bilancio di un'inchiesta coordinata dalla procura di Firenze, che vede 218 indagati e l'esecuzione di 20 misure cautelari.

L'indagine si è sviluppata per mesi attorno ad un nucleo di carrozzieri, avvocati e periti assicurativi che da anni si erano specializzati nelle frodi nel settore della responsabilità civile degli autoveicoli, ed è partita dalle denunce di varie compagnie assicurative tra cui La Allianz che, insospettita da ripetute ed ingenti richieste di risarcimento relative ad un numero abnorme di sinistri, aveva incaricato l'agenzia investigativa Eagle Keeper di Bologna, specializzata nel settore delle frodi RC Auto, di condurre uno studio ricevendo allarmanti rapporti sulla veridicità degli incidenti.

L'attività investigativa ha portato alla luce frodi perpetrate nell'ultimo decenni per un totale di circa 100 sinistri. Sono stati individuati avvocati che risultano addirittura come patrocinatori in contemporanea di parti opposte; medici che continuavano a stilare a decine di certificati falsi, in collegamento costante con i capi dell'organizzazione; automobilisti che arrivano a denunciare fino a 15 sinistri in quattro anni o addirittura cinque in un anno solo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Megatruffa da 2 mln di euro: nel mirino RC Auto. Avvocati e medici a tirare le fila
BolognaToday è in caricamento